iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, Conte finalmente può scegliere

Di Redazione20 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Conte

Antonio Conte

ZINGONIA — Venne il giorno delle scelte. Finalmente, aggiungiamo noi. L’Atalanta di Siena, per la prima volta, permetterà ad Antonio Conte qualcosa in più della mera e semplice conta dei presenti. Il centrocampo atalantino offre soluzioni diverse, il tecnico non annuncia troppo ma qualche conferma arriva.

Senza Doni e Guarente, con Barreto out fino a gennaio e le ultime defezioni di Manfredini e Valdes mancano ancora tanti giocatori. I rientri però mettono fiducia, tanta fiducia.

Mister, finalmente l’emergenza è passata?
Abbiamo sicuramente rientri preziosi. Acquafresca, Bianco e De Ascentis a Siena ci saranno, Ferreira Pinto è convocato e verrà per la prima volta in panchina pronto per uno spezzone di gara. Lui ha molta voglia di tornare, è pronto per scendere in campo. Tiribocchi, Talamonti e Radovanovic non hanno problemi mentre Valdes e Manfredini sono ai box: Thomas dopo il problema al tendine ha caricato troppo il polpaccio sinistro ma ha molta voglia di rientrare.

La formazione per Siena è decisa?
Preferisco non fare annunci precisi sullo schieramento, confermo che mancando Doni davanti giocheranno Tiribocchi e Acquafresca. La coppia centrale sarà formata da Bianco, ormai recuperato completamente, e Peluso. A centrocampo può esserci qualche sorpresa ma non aggiungo nulla. Acquafresca ha qualità importanti, è un uomo gol ma voglio che partecipi di più alla manovra corale, la squadra ha bisogno anche di lui.

Prima della sosta, tre sconfitte di fila. Ha qualche rimpianto?
A Livorno abbiamo buttato un punto, contro la Juventus e sul campo di Cagliari può succedere di perdere. In linea generale credo che il lavoro sia l’unico modo per affrontare i problemi: le difficoltà ci sono ma posso assicurare che staff tecnico, squadra e società sono uniti e collaborano per raggiungere al più presto una posizione più tranquilla.

Qualcuno afferma che i metodi di Ventrone hanno avuto un impatto pesante sul gruppo..
Credo che l’esperienza di Bari sia significativa. In primavera siamo venuti fuori alla grande, con i pugliesi abbiamo stravinto il campionato di serie B: sudore e impegno alla fine pagano. Pensando all’Atalanta, dico solo che con i metodi di lavoro precedenti al mio arrivo la squadra era ferma a zero punti sul fondo della classifica.

Come vede la gara di Siena ed i prossimi impegni prima di Natale?
Sono un ex della partita, è un impegno importante in cui vogliamo riprendere la marcia in classifica. Loro hanno un organico superiore a quanto dica oggi la posizione in graduatoria, Vergassola è uomo d’esperienza con Maccarone, Calaiò e Paolucci che in avanti non sono gli ultimi arrivati. Più avanti troveremo formazioni di livello come Fiorentina e Inter, voglio pensare ad una gara per volta.

Il mercato di gennaio dovrebbe portare forze fresche come Chevanton e Konan..
Non posso commentare una cosa che per adesso non esiste. Se l’affare dovesse andare in porto dirò la mia, ora è presto. Lo stesso Kokan è appena arrivato, era fermo da un po’ di tempo e quindi è in ritardo di condizione. Valuteremo la situazione e decideremo senza fretta.

L’Atalanta parte nel pomeriggio di venerdì per la Toscana, come già successo a Udine la rifinitura verrà svolta sabato mattina direttamente in ritiro.

Fabio Gennari

Arriva Chevanton, superato l’ostacolo ingaggio

L'attaccante del Siviglia Ernesto Chevanton BERGAMO -- Colpo di mercato per l'Atalanta. Nella tarda serata di ieri sono rimbalzate dalla ...

Chevanton, funambolo perseguitato dalla sfortuna

Ernesto Chevanton BERGAMO -- Tra Chevanton e l'Atalanta ci sono di mezzo solo le visite mediche. Con ...