iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, 7-0 in amichevole. Doppiette per Ferreira Pinto e Acquafresca

Di Redazione19 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ferreira Pinto ormai prossimo al rientro

Ferreira Pinto ormai prossimo al rientro

ZINGONIA — Le buone notizie, ogni tanto, ci sono. Nella consueta amichevole settimanale, l’Atalanta supera per 7-0 i dilettanti della Vimercatese Oreno ma il risultato è l’aspetto meno interessante di giornata.

Ferreira Pinto e Acquafresca, una doppietta per entrambi con Talamonti, Ceravolo e il giovane Colombo a chiudere il tabellino, sono a tutti gli effetti recuperati. Se il centravanti ex-Cagliari ha giocato solo un tempo in coppia con Ceravolo, sono i novanta minuti dell’esterno brasiliano a confortare. Dopo il Bortolotti, altra benzina nel serbatoio di Ferreira Pinto che a questo punto potrebbe anche partire dal primo minuto domenica prossima a Siena.

Con il “Tir” Tiribocchi rimasto a riposo precauzionale per un paio di fastidi alla spalla e alla coscia, Antonio Conte ha provato Tiboni solo nella ripresa in coppia con Konan. I dubbi per domenica sono ancora legati ai due centrali, favoriti Peluso e Bianco visti gli acciacchi di Talamonti (uscito per una contusione al ginocchio sinistro) e Pellegrino, ma anche al sostituto di Guarente nella zona nevralgica del campo.

Ivan Radovanovic ha lavorato a parte per evitare ricadute, Diego De Ascentis è stato schierato nella ripresa con Bonaventura mentre dal primo minuto hanno giocato Caserta e Padoin. Difficile capire le intenzioni del mister ma la sensazione è che il mastino comasco parta in leggero vantaggio.

Al termine della gara è proprio De Ascentis a presentarsi davanti ai cronisti. Con la solita carica il numero 15 nerazzurro parla dell’impegno in Toscana e fissa l’obiettivo senza problemi.

“A Siena dobbiamo vincere, non è l’ultima spiaggia ma sono sicuramente tre punti importanti per tutte e due le squadre. Finora abbiamo raccolto un po’ poco, mi è dispiaciuto tantissimo farmi male in un momento così delicato ma credo che l’Atalanta sia un gruppo forte in grado di sopperire alle assenze”.

L’emergenza fortunatamente sembra passare, l’ultima volta che si giocò in trasferta dopo una sosta fu sul campo di Udine. “Ricordo benissimo quella giornata – chiude De Ascentis – sia per il ritorno che per il gran gol. In tanti mi chiedono come ho fatto, io rispondo semplicemente che ho sbagliato la conclusione trovando il pertugio perfetto. Nelle ultime tre settimane ho lavorato sodo, ci tenevo a rientrare e adesso sono a disposizione per dare una mano ai miei compagni”.

Fabio Gennari

Parla Radovanovic, l’ultimo acquisto di Ivan Ruggeri

Ivan Radovanovic rincorre Seedorf ZINGONIA -- Il suo primo giorno ufficiale in maglia nerazzurra coincide con una delle pagine ...

Arriva Chevanton, superato l’ostacolo ingaggio

L'attaccante del Siviglia Ernesto Chevanton BERGAMO -- Colpo di mercato per l'Atalanta. Nella tarda serata di ieri sono rimbalzate dalla ...