iscrizionenewslettergif
Università

Un nuovo libro su Ettore Majorana

Di Redazione18 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ettore Majorana

Ettore Majorana

“La cattedra vacante. Ettore Majorana, ingegno e misteri” . E’ l’ultimo libro di Salvatore Esposito dell’Università Federico II di Napoli e verrà presentato presso la nostra Università il 18 Novembre alle 16 in aula 1 Sant’Agostino. Organizzata dal Dipartimento di Scienze della Persona e dalla Scuola di Dottorato in Antropologia ed Epistemologia della Complessità, la presentazione sarà introdotta da Stefano Paleari, Rettore dell’Università di Bergamo. Interverranno con l’autore, Erasmo Recami, Giovanni Salesi, Enrico Giannetto.

Salvatore Esposito è ricercatore associato al Dipartimento di Scienze Fisiche dell’Università di Napoli “Federico II” e alla Sezione di Napoli dell’Istituto Nazionale di Fisica Nucleare. È un fisico teorico che compie ricerche principalmente nel campo della fisica astro-particellare e della teoria dei campi, ma da molti anni si occupa anche di alcune questioni di storia della fisica. 

Oltre a numerosi articoli apparsi su prestigiose riviste internazionali, negli ultimi anni ha pubblicato quattro volumi (due in lingua inglese e due in italiano) sui contributi inediti di Ettore Majorana alla fisica teorica. Un quinto volume (in lingua inglese) riguardante importanti documenti su Enrico Fermi e il suo contributo al primo sviluppo dell’energia atomica (anch’essi precedentemente ignoti) è, attualmente, in preparazione.

I suoi importanti studi sull’opera scientifica di Majorana sono stati particolarmente riconosciuti e apprezzati a livello internazionale, facendolo affermare come uno dei massimi esperti mondiali dell’opera di tale autore. “La cattedra vacante” narra le conquiste della scienza e della conoscenza raggiunte dal fisico Ettore Majorana, paragonato dal premio Nobel Enrico Fermi a geni quali Galilei e Newton, fino al punto in cui egli stesso ci ha condotti, prima di scomparire misteriosamente nel marzo del 1938 senza più lasciare (apparentemente) tracce. Viene, infatti, resa accessibile al vasto pubblico la mole di studi recentissimi che si sono compiuti sull’opera (soprattutto inedita) del grande fisico siciliano, senza tralasciare i fatti curiosi e appassionanti che si celano dietro le menzionate conquiste.

La vicenda di Ettore Majorana, specialmente nella sua parte conclusiva, è tuttavia connessa strettamente anche alla sua scomparsa da Napoli, e nel volume vengono riportati anche i più importanti e recenti risultati riguardo tale episodio, rimasto misterioso per più di settant’anni. Le indagini accurate e minuziose svolte dall’Autore, unitamente ai fatti già noti, hanno disvelato un quadro dai lineamenti ancora più affascinanti e più intriganti di quanto si potesse precedentemente sospettare, gettando nuova luce sulla scomparsa di Majorana e su alcuni altri punti della sua vita e del suo carattere.

Dalmine, un nuovo edificio per Ingegneria

studenti Dopo i laboratori di Ingegneria e la residenza di via Verdi, crescono gli spazi a ...

Un Master per diventare docenti di sostegno

Un Master per diventare docenti di sostegno Per i docenti er i docenti di sostegno già operanti nelle scuole che intendono qualificare ...