iscrizionenewslettergif
Cultura

Scienza e mente al Seminarino

Di Redazione18 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Francesco Tesei

Francesco Tesei

La scienza e la mente, sono questi i mondi esplorati dai due spettacoli che fanno parte del progetto “Scientificamente” proposto da Gais – Gruppo animazione intrattenimento spettacoli. Due appuntamenti che partendo da basi scientifiche dimostrabili, tangibili e ripetibili pongono di fronte allo stimolo di vedere oltre. Una riflessione diretta a giovani ed adulti ai quali le due rappresentazioni teatrali parlano con linguaggio semplice che li mette a loro agio.

Il primo appuntamento con Scientificamente sarà sabato 21 novembre alle ore 21.00 a Bergamo presso il Teatro Seminarino con “Mind juggler”. Una serata alla scoperta delle magie dell’inconscio e della comunicazione con Francesco Tesei, “la figura più importante del Mentalismo moderno in Italia” come dichiarato da Mariano Tomatis. La profonda conoscenza di tecniche e strumenti relativi alla comunicazione alla percezione e all’esperienza soggettiva, permette a Tesei di guidare il pubblico alla scoperta del potere dell’inconscio e dell’immaginazione nonché verso le stupefacenti potenzialità della propria mente. Attraverso i meccanismi del gioco, gli spettatori si ritrovano dentro lo spettacolo diventandone contemporaneamente protagonisti ed osservatori. Dopo la prima data, lo spettacolo verrà replicato il 28 novembre alle ore 21.00 a Milano presso il Teatro Litta.

Sempre al Teatro Seminarino di Bergamo, il 22 novembre alle ore 17.00 sarà la volta di “Galileo Galilei… Un Viaggio oltre le stelle”. Dopo l’esordio di grande successo all’interno della manifestazione Bergamo Scienza, torna lo spettacolo teatrale a carattere scientifico – educativo che aiuta a scoprire l’importanza della conoscenza. Il tutto attraverso uno dei personaggi più importanti della Storia della Scienza ed un confronto ironico e giocoso di due periodi molto distanti tra loro: il 1609 e il 2009. Grazie ad un linguaggio fresco proprio dei più giovani, la storia di Galileo e delle sue più grandi scoperte scientifiche diventa divertente e molto attuale riproponendo la epica lotta della scienza contro l’ignoranza. Perché “occorre guardare con occhi che vogliono vedere … che credono in quello che vedono” come affermava Galileo Galilei oltre 400 anni fa. Lo spettacolo è gratuito fino ad esaurimento posti e verrà replicato presso il Teatro Litta di Milano domenica 29 novembre alle ore 17.00.

La rassegna “Scientificamente” propone quindi un duplice viaggio. Nel primo Francesco Tesei, Mind Juggler, ci guiderà alla scoperta dei confini, delle risorse e degli aspetti sconosciuti della mente e della comunicazione per viverne appieno le straordinarie potenzialità. Nel secondo i più piccoli rivivranno la storia e l’esempio di un gradissimo scienziato che ha donato la sua vita in onore della conoscenza.

Telepadania lancia il Pinocchio in dialetto

Nino Manfredi nella celebre versione televisiva di Pinocchio Come accade in altre regioni d'Italia, dove i dialetti sono tutelati in quanto parte del ...

Pinacoteca Brera: visitatori cresciuti del 70 per cento

Il cortile napoleonico della Pinacoteca di Brera Il numero di visitatori alla Pinacoteca di Brera a Milano, tra gennaio e ottobre, ha ...