iscrizionenewslettergif
Sport

Parla Radovanovic, l’ultimo acquisto di Ivan Ruggeri

Di Redazione18 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ivan Radovanovic rincorre Seedorf

Ivan Radovanovic rincorre Seedorf

ZINGONIA — Il suo primo giorno ufficiale in maglia nerazzurra coincide con una delle pagine più tristi della storia dell’Atalanta. Mercoledì 16 gennaio 2008, ore 11. Nella sala stampa del Centro Bortolotti Ivan Radovanovic viene presentato alla stampa, il presidente Ruggeri però non c’è perchè impegnato in alcuni accertamenti all’ospedale di Zingonia.

Il resto è storia, purtroppo la conosciamo tutti. Quel freddo pomeriggio di gennaio l’Atalanta gioca sul campo di Nembro contro la Gavarnese, sono i primi passi del giovane serbo in Italia e dopo la parentesi al Pisa dell’anno scorso eccolo di nuovo a Bergamo per cercar gloria in serie A.

Ivan Radovanovic, Conte ha dimostrato di credere in te. Ti aspettavi l’esordio contro il Milan?
La fiducia del mister per me è molto importante. Ogni giorno, durante gli allenamenti, cerco di impegnarmi per ripagarla e farmi trovare pronto: l’esordio con il Milan e l’immediata espulsione mi hanno segnato, ancora oggi se ci ripenso mi viene il nervoso. Dopo quella partita ho giocato altre volte però a Livorno mi sono fatto male e contro il Cagliari la distorsione è peggiorata.

In Nazionale non hai giocato e sei rientrato prima. Come stai adesso?
Con l’allenatore della Serbia abbiamo preferito evitare rischi, sono rientrato per curarmi al meglio e credo che in pochi giorni si possa capire di più. Personalmente sono fiducioso per Siena, spero di avere risposte positive dal campo perchè ho voglia di giocare e so che la squadra in questo momento ha bisogno.

Certo che non è un periodo fortunato. Tanti infortuni tutti assieme…
Ci sono tanti fattori che contribuiscono, sicuramente con Ventrone il lavoro è maggiore ed anche diverso rispetto a prima ma non penso ci siano problemi legati a quello. Qualcuno è rientrato, io spero di farcela quindi andiamo a Siena per provare a vincere.

Uno dei tuoi compagni, Barreto, starà fuori almeno fino a gennaio..
Lui è una persona splendida, un bravissimo ragazzo. Parliamo spesso, mi dispiace che sia infortunato e devo dire che mi da sempre consigli preziosi sulla posizione in campo, sul modo di affrontare certe situazioni. E’ un compagno prezioso, speri per lui che possa superare prima possibile questo momento.

Il morale della squadra com’è dopo le tre sconfitte consecutive?
Credo buono. Sono stato fuori per qualche giorno in Nazionale, penso che i miei compagni abbiano lavorato bene e che tutti insieme si prepari la gara di Siena per vincere: è importantissimo fare punti e noi ci proveremo senza paura.

Fabio Gennari

Pinto, Acquafresca e De Ascentis pronti per Siena

Antonio Conte ZINGONIA -- Qualche conferma, una brutta sorpresa ma nel complesso fiducia. Tanta fiducia. Antonio Conte ...

Atalanta, 7-0 in amichevole. Doppiette per Ferreira Pinto e Acquafresca

Ferreira Pinto ormai prossimo al rientro ZINGONIA -- Le buone notizie, ogni tanto, ci sono. Nella consueta amichevole settimanale, l'Atalanta supera ...