iscrizionenewslettergif
Sebino

Nullatenente gira in Ferrari: “pescato” dalla Finanza

Di Redazione16 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una Ferrari 612 Scaglietti

Una Ferrari 612 Scaglietti

LOVERE — Il classico caso da commedia all’italiana. Lui gira con macchine di extralusso, dalle Ferrari 612 Scaglietti alle Lamborghini Murciélago, ma per il fisco è povero, nel senso che non ha mai dichiarato una lira. Fino a ieri. Ora alla Guardia di Finanza dovrà spiegare dove ha preso i soldi per comprare quelle super-auto.

Protagonista della vicenda E.B. nullatenente di Lovere, con la fisima delle auto sportive intestate a società di prestanome che alla fine facevano capo a lui, visto che le gestiva pure in prima persona. Le Fiamme Gialle dell’Alto Sebino hanno passato al setaccio la sua posizione fiscale e scoperto che il “poveretto” aveva un elevatissimo tenore di vita. Eppure dalle carte risultava nullatenente, e quindi non versava nemmeno un euro all’erario.

Ne capiva talmente poco di fisco che i Finanzieri hanno scoperto che ha favorito l’evasione di alcune società lombarde e piemontesi, emettendo fatture per operazioni inesistenti su vendite di prodotti informatici e ferro.

I documenti erano intestati società di comodo di cui risultava essere amministratrice la moglie, poi sostituita da un pregiudicato napoletano. Ma le indagini hanno dimostrato che il reale gestore era il “povero ricco”, con due complici di Genova e Costa Volpino.

Ovviamente, sparita tutta la documentazione contabile. I finanzieri allora hanno indagato sui movimenti bancari. Alla fine sono saltati fuori un centinaio di conti corrente intestati o riconducibili all’indagato. Le indagini sono durate due anni. La Finanza ha scoperto un’evasione fiscale di 25 milioni di euro in ricavi non dichiarati e quindi sottratti alle tasse, violazioni all’Iva per 7,5 milioni di euro, ed emissione di false fatture per 2,5 milioni di euro.

Cinque in tutto le persone denunciate a vario titolo alla procura della Repubblica di Bergamo. Le accuse vanno dalla distruzione ed occultamento delle scritture contabili, omesse dichiarazioni e emissione di fatture false.

Turista di Sarnico muore in Siria: preso il pirata della strada

Le rovine della città di Hama, in Siria updated SARNICO -- E' stato catturato dalla polizia siriana e si trova nel carcere di ...

Cocaina a due giovani: arrestato pensionato

I Carabineri in azione SARNICO -- Stava cercando di vendere della droga a due ragazzi del posto. I carabinieri ...