iscrizionenewslettergif
Cultura

Restaurati gli stucchi di Piero da Cortona

Di Redazione12 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Uno degli stucchi di Pietro da Cortona a Palazzo Pitti

Uno degli stucchi di Pietro Da Cortona a Palazzo Pitti

Gli appassionati d’arte non possono che gioire. Sarà riaperta al pubblico a partire da dicembre la Sala di Marte all’interno dei quartieri monumentali di Palazzo Pitti a Firenze. Sono infatti terminati i lavori di restauro, realizzati dall’Opificio delle Pietre Dure, sulle pitture murali e gli stucchi realizzati da Pietro da Cortona nella Galleria Palatina.

“E’ un progetto cominciato nel 1997 – ha spiegato la soprintendente dell’Opificio Isabella Lapi Ballerini – per il recupero conservativo dei soffitti delle cinque Sale dei Pianeti realizzato dal genio del Barocco italiano. La Sala di Marte è la terza ultimata e rende omaggio a un’opera che fonde insieme pittura e scultura con stucchi bianchi e dorati in maniera sorprendente e rivoluzionaria”.

Lo stato conservativo in cui si presentavano le sculture prima del restauro appariva molto compromesso. Una spessa coltre di polvere e nerofumo ricopriva le superfici. C’erano fessurazioni, fratture, rigonfiamenti e lacune formatesi in seguito alla caduta di frammenti e al degrado di alcune staffe metalliche. Inoltre i restauratori hanno dovuto rimuovere una ridipintura con temperina bianca a base di gesso lasciata da un precedente restauro.

“Con questo intervento – ha commentato la soprintendente al polo museale fiorentino Cristina Acidini Luchinat – il quartiere planetario di Palazzo Pitti ha raggiunto una nuova leggibilità. Mancano ancora due sale e non sappiamo quando potranno essere restaurate: finora i lavori sono stati tutti finanziati con risorse interne alle due soprintendenze e un intenso impegno di personale. Appena avremo le possibilità economiche andremo avanti, ma i fondi ora non ci sono. Siamo comunque abbastanza tranquilli perché le sale sono in buono stato di conservazione e non c’é urgenza di intervenire”.

Convegno a Saint Vincent della Fondazione Donat-Cattin

Carlo Donat-Cattin Sono oltre 400 i giovani, di diverse scuole d'Italia, attesi al Convegno di Saint-Vincent promosso ...

La Nasa tenta di salvare Spirit

La sonda Spirit Da oggi la Nasa comincerà a trasmettere su Marte i comandi che permetteranno il salvataggio ...