iscrizionenewslettergif
Scuola

La Gelmini è incinta, mamma a primavera

Di Redazione10 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Maria Stella Gelmini

Maria Stella Gelmini

Il ministro dell’Istruzione Maria Stella Gelmini è in dolce attesa e presto convolerà a nozze con il compagno, l’imprenditore bergamasco Giorgio Patelli. A rivelarlo è stato lo stesso ministro in un’intervista al Giornale. “In primavera divento mamma. È una cosa bellissima”, ha detto aggiungendo che “agli inizi del 2010 mi sposo”.

Pochi giorni fa la Gelmini aveva assicurato che se anche fosse rimasta incinta avrebbe continuato a lavorare. E oggi conferma: “È un bell’impegno. Ma non voglio fare la vittima: ci sono tante mamme, in giro per l’Italia, che quotidianamente si sdoppiano benissimo. E’ molto più difficile essere una brava madre che un buon ministro”.

Sul fronte della riforma dell’Università, la Gelmini spera che il Parlamento “colga la grande occasione» entro marzo – aprile e pronta, dopo l’università, a mettere mano alle superiori. Lo stesso professor Decleva, presidente dei rettori, ha parlato apertamente della riforma come di un’occasione irripetibile, da prendere al volo. Gli sono grato per l’atteggiamento che manifesta, è quello che serve”.

Ottimismo anche sul fronte scuola: “Siamo riusciti a cominciare in modo decoroso ovunque, persino all’Aquila. Abbiamo garantito il tempo pieno, che sembrava allora lo scandalo nazionale. Di sicuro, c’è meno tensione. Forse perchè ci sono anche meno strumentalizzazioni. Credo che tutti abbiano compreso che la scuola va rifondata. Dopo l’Università, affronteremo subito le superiori”.

“Ponti di pace” per il Provveditorato

La pace passa per la cultura, fin da piccoli Entra nel vivo il progetto di scambio scolastico “Ponti di Pace tra Bergamo e la ...

I dirigenti scolastici incontrano il Dg della Lombardia

Chiamata a raccolta per i dirigenti scolastici bergamaschi Giovedì 12 novembre 2009, dalle 9.30 alle 11, all’Istituto Tecnico per Geometri “Quarenghi” di via ...