iscrizionenewslettergif
Valseriana

Folle extracomunitario tenta di circoncidere bimbo italiano: arrestato

Di Redazione10 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'intervento risolutivo dei Carabineri

L'intervento risolutivo dei Carabineri

ALZANO LOMBARDO — Quell’extracomunitario, in evidente stato di alterazione mentale, voleva circoncidere un bimbo italiano di tre anni. E’ stato arrestato dai Carabinieri del Comando Provinciale di Bergamo T.A., disoccupato 43enne di origine marocchina domiciliato in provincia, responsabile di resistenza e violenza a pubblico ufficiale, minaccia aggravata e danneggiamento.

Nel pomeriggio di domenica 8 novembre i militari fermavano lo straniero nel centro Villa di Serio (BG) mentre, senza apparente motivo, danneggiava con calci e pugni le autovetture in sosta. Condotto presso l’ospedale di Alzano Lombardo affinché fosse valutato il suo stato mentale, approfittando di una distrazione dei sanitari l’uomo lasciava il nosocomio, portando con se un paio di forbici prelevate dall’astanteria.

Giunto nell’abitato di Alzano, ormai in preda ad un vero e proprio raptus, T.A. incontrava un 65enne del luogo, a passeggio con il nipotino di appena tre anni, e mostrando le forbici all’anziano, gli intimava di consegnargli il piccolo, cui avrebbe dovuto praticare la circoncisione come ai bambini del proprio paese.

Trascorsi pochi istanti per lo sbigottimento, il nonno afferrava il nipotino e raggiungeva rapidamente una strada più affollata, contattando subito il “112”.

In pochi attimi i Carabinieri raggiungevano l’extracomunitario, che ancora brandiva le forbici, e dopo averlo disarmato lo conducevano in caserma. Anche all’interno della Stazione Carabinieri T.A. non arrestava la propria furia e, ripetendo incessantemente di voler circoncidere tutti i bambini, aggrediva improvvisamente uno dei militari, che rimaneva lievemente contuso, venendo faticosamente reso inoffensivo.

Processato nella mattinata odierna con rito direttissimo, l’uomo è stato sottoposto alla custodia cautelare in carcere, in attesa di valutare la sua posizione di fronte alla legge ed il suo stato di salute psichica.

Metà personale in mobilità: scioperi alla Saar di Nembro

In crisi anche la meccanica di precisione NEMBRO -- Aria di scioperi alla Saar Meccanica di Nembro, azienda che opera nella produzione ...

Carrello scivola durante il carico: autotrasportatore perde un dito

L'interno dell'ambulanza LEFFE -- Infortunio sul lavoro nel primo pomeriggio a Leffe. Un autotrasportatore di 59 anni, ...