iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalanta, il cuore non basta: la Juventus vince a Bergamo 5-2

Di Redazione8 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Doni tra gli avversari (foto Mariani)

Doni tra gli avversari (foto Mariani)

BERGAMO — Una sconfitta pesante, netta, inappellabile. Arrivasse qualcuno dalla luna e leggesse solo il risultato penserebbe sicuramente questo. La Juventus sbanca Bergamo con un roboante 5-2, si vede giustamente annullare nei novanta minuti altri tre gol e nel complesso vince meritatamente una partita caratterizzata da mille emozioni.

La verità è che l’Atalanta, o almeno quello che ne rimane, inizia la gara con il piglio giusto tenendo benissimo il campo per almeno mezz’ora. Dopo un bel sinistro di Camoranesi, monumentale questa sera, messo in angolo da Consigli, i nerazzurri provano ad imbastire qualche trama offensiva e al 15′ ci pensa Valdes a riscaldare i ventimila infreddoliti del Comunale: palla verticale per Tiribocchi, sinistro di prima intenzione del bomber romano e palla sul fondo di un soffio.

Diego non si vede mai, sua una punizione al 18′ che finisce in Curva Pisani, e dopo una rete giustamente annullata a Trezeguet -siamo al 28′, il fuorigioco è netto- l’Atalanta si rende pericolosa per la seconda volta con Doni, abile a girare di prima intenzione un cross di Garics sfiorando il palo lungo.

Attorno al 35′, nel giro di centoventi secondi, arriva la prima svolta della gara. Grosso prima mette sulla testa di Camoranesi la rete del vantaggio e poi crossa al centro un pallone che Talamonti rinvia malissimo sui piedi dell’esterno italo-argentino: destro chirurgico e palla nell’angolino, 2-0.

Doni, diffidato, cerca di scuotere i compagni ma sceglie il modo peggiore. La sua entrataccia da dietro su Diego gli costa il giallo, a Siena non ci sarà e di questi tempi la notizia è pessima quanto un infortunio. Prima del riposo Ceravolo appoggia per Guarente un pallone che il pisano scarica di destro dalle parti di Buffon trovando la difficile respinta del fenomeno bianconero, nella ripresa i nerazzurri provano a reagire e riaprono subito la gara.

Guarente al 50′ pesca con un lancio millimetrico Valdes, il suo sinistro si insacca sotto la Curva Pisani e fa esplodere l’urlo del popolo nerazzurro. I tifosi sembrano credere alla rimonta, la Juventus però allunga di nuovo: al 52′ Morganti annulla per fuorigioco una rete di Melo, al 53′ stessa sorte per l’inzuccata di Poulsen ma al terzo tentativo i bianconeri passano grazie al brasiliano ex Fiorentina che raccoglie un disimpegno errato di Talamonti e piazza il pallone all’incrocio.

L’Atalanta è in ginocchio, come il pugile che ha preso un montante subito dopo aver rialzato la testa. Valdes, dopo la rete della speranza, prova a riaprire ancora la gara ma il suo destro a giro al 69′ sfiora soltanto l’incrocio dei pali. Il funambolo cileno, migliore in campo per la Dea, un minuto più tardi si inventa un’apertura di prima per Tiribocchi che vede Ceravolo e lo serve sulla corsa. Dribbling secco su Grosso, sinistro a giro sotto l’incrocio che batte Buffon e gara di nuovo riaperta al 70′.

Ferrara ha paura, due minuti dopo la rete del 2-3 il tecnico bianconero mette De Ceglie per Giovinco ma la Juve a Bergamo schiera un Camoranesi straripante che all’84’ fugge sulla destra e mette al centro dove Diego raccoglie il pallone smorzato e insacca il quarto gol. La rete di Trezeguet all’86’ chiude in modo esagerato la partita a favore della Juventus, l’Atalanta esce battuta ma non umiliata come dice il punteggio.

ATALANTA-JUVENTUS 2-5
RETI: 36′ e 37′ pt Camoranesi, 6′ st Valdes, 9′ st Felipe Melo, 26′ st Ceravolo, 40′ st Diego, 42′ st Trezeguet.
ATALANTA (4-4-2): Consigli; Garics, Talamonti, Peluso, Bellini; Ceravolo, Padoin, Guarente, Valdes; Doni, Tiribocchi (40′ st Madonna). In panchina: Coppola, Bianco, Pellegrino, Radovanovic, Caserta e Tiboni. All. Conte.
JUVENTUS (4-2-3-1): Buffon; Caceres, Cannavaro, Chiellini, Grosso; Felipe Melo, Poulsen; Camoranesi, Diego (43′ st Immobile), Giovinco (28′ st De Ceglie); Trezeguet. In panchina: Manninger, Legrottaglie, Grygera, Molinaro, Tiago. All. Ferrara.

Atalanta-Juventus 2-5

Reti: 35′ e 36′  Camoranesi(J), 50′  Valdes(A), 55′  Felipe Melo(J), 70′ Ceravolo(A), 85′ Diego(J), 87′ Trezeguet(J).

Atalanta: Consigli; Garics, Talamonti, Peluso, Bellini; Ceravolo, Padoin, Guarente, Valdes; Doni, Tiribocchi (85′ Madonna).  All. Conte.

Juventus: Buffon; Caceres, Cannavaro, Chiellini, Grosso; Felipe Melo, Poulsen; Camoranesi, Diego, Giovinco (72′ De Ceglie); Trezeguet (88′ Immobile). All. Ferrara.

Fabio Gennari

Un ottimo Albinoleffe pareggia 0-0 a Cesena

Buona gara dei bomber Ruopolo e Cellini CESENA - Viste le premesse, il punto questa volta vale come una vittoria. Nonostante le ...

Conte applaude i suoi: ho visto lo spirito giusto

Antonio Conte (foto Mariani) BERGAMO -- Buona la prestazione, pessimo il risultato. Anzi di più, esagerato. Antonio Conte, dopo ...