iscrizionenewslettergif

Ascom: convenzione per la traduzione di menù

Di Redazione8 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

L’attenzione al cliente passa anche attraverso la cura dei menù da tavolo. E’ questo l’obiettivo del progetto siglato dal direttivo del Gruppo Ristoratori dell’Ascom di Bergamo con un società bergamasca – la Geakoinè- per la traduzione in inglese, francese e spagnolo dei menù da tavola. La convenzione “Gustyamo in lingua” verrà presentata alle oltre 700 attività della provincia di Bergamo, associate ad Ascom.

«Sono sempre di più i turisti stranieri che arrivano nella nostra città e nelle nostre località di provincia e i nostri ristoratori non vogliono sentirsi impreparati – commenta così la proposta fatta ai ristoratori Oscar Fusini, responsabile dell’area istituzionale e delle categorie di Ascom Bergamo – Abbiamo colto una richiesta di aiuto da parte di alcuni nostri ristoratori e l’abbiamo trasformata in un’opportunità per tutti».

«E’ l’inizio di una percorso che ci vede impegnati maggiormente nell’accoglienza del cliente straniero – afferma Petronilla Frosio, presidente del Gruppo Ristoratori dell’Ascom di Bergamo -. Un percorso che continuerà nei prossimi mesi e che porterà a proporre a marzo, grazie alla collaborazione con Ascom Formazione, un corso che ha l’obiettivo di implementare la conoscenza della lingua inglese per chi accoglie e serve clienti stranieri nel ristorante o nel bar. L’attenzione al cliente è da sempre il nostro primo pensiero, ma è bene non trovarci impreparati di fronte ad una clientela sempre più internazionale, grazie alla vicinanza all’aeroporto di Orio al Serio. La nostra città e la nostra provincia hanno grandi potenzialità turistiche, e considerato l’interesse che le istituzioni stanno dando a questo tema, sono certa che il turismo acquisterà un ruolo di primaria importanza e noi non vogliamo trovarci impreparati».

Le traduzioni dei menù saranno affidate a professionisti madrelingua con conoscenza specifica del settore alimentare e dell’arte culinaria. I prezzi delle traduzioni andranno dalle 120 alle 240 euro per un totale di quattro menù annuali.

Per informazioni è possibile contattare la segreteria del Gruppo Ristoratori di Ascom Bergamo al numero 035 4120202.