iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Politica

Nessuna relazione con Noemi: Berlusconi si difende attraverso il libro di Vespa

Di Redazione5 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Berlusconi durante Porta a Porta

Berlusconi durante Porta a Porta

ROMA — “Non ho avuto alcuna relazione con la signorina Noemi. Al riguardo si sono dette e scritte soltanto calunnie”. E’ quanto rivelato da Silvio Berlusconi nell’ultimo libro di Bruno Vespa, di cui anche oggi sono state diffuse alcune anticipazioni.

Nel libro, Berlusconi fornisce anche la sua versione dell’incontro con Patrizia D’Addario, la escort che aveva raccontato di avere trascorso una serata a Palazzo Grazioli, sua residenza privata a Roma. Secondo Berlusconi, la D’Addario, una sua amica e l’imprendiore pugliese Gianpaolo Tarantini di fatto si autoinvitarono ad una festa tenuta a casa sua. “C’era una cena con molte persone organizzata dalle militanti di dei club Forza Silvio – ha detto il premier – all’ultimo momento ci si infilò anche Tarantini con due sue ospiti”.

Questo quanto rivelato finora sul caso D’Addario. Quanto alla presidenza della Repubblica Berlusconi ha detto di non aver mai pensato alla candidatura. “Come molti ricorderanno, ho ripetutamente indicato, a titolo di suggerimento affinché dal Parlamento possa essere compiuta la scelta migliore, un candidato che ritengo sia il migliore in assoluto, Gianni Letta”.

Quanto ai servizi segreti, il premier ha detto di non aver mai pensato di impiegare queste risorse contro alcuno. “Solo menti distorte e disoneste possono pormi una simile domanda, immaginandosi comportamenti che probabilmente sarebbero i loro se si trovassero al mio posto”.

Berlusconi smentisce poi di essere in condizioni di salute precarie “a parte un fastidioso torcicollo ormai debellato e la scarlattina che ho avuto a fine ottobre, sono quelle che mi hanno permesso di proseguire e completare sedici mesi di fittissimi impegni. Ovvero 170 incontri internazionali, 25 vertici multilaterali, 9 vertici bilaterali, 80 conferenze stampa, 66 consigli dei ministri, 91 interventi e discorsi pubblici a braccio. Cosa avrei fatto se non fossi stato ammalato?”.

Sui “voli di Stato” il premier è stato netto: “Non li ho mai utilizzati in modo non lecito – si legge nel libro -. Faccio presente che il mio gruppo dispone di ben cinque aerei che io posso utilizzare in qualunque momento”.

Minuti: finché governeremo noi il Crocefisso resterà nelle aule

L'assessore comunale all'Istruzione Danilo Minuti BERGAMO -- Il Crocefisso tanto deprecato in sede comunitaria come inno alla costrizione religiosa? “Dalle ...

Pdl: ecco i membri del nuovo Coordinamento provinciale

Bandiere al vento, finalmente il Pdl ha un nuovo coordinamento provinciale BERGAMO -- Il Popolo della Libertà di Bergamo ha, finalmente, un nuovo Coordinamento provinciale. Ne ...