iscrizionenewslettergif
Sport

Bellini non ha dubbi: il nostro leader è Cristiano Doni

Di Redazione5 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Gianpaolo Bellini

Gianpaolo Bellini

PONTE SAN PIETRO — Non parla spesso, Gianpaolo Bellini. Di solito capita nei momenti difficili e le sue dichiarazioni sono sempre sincere, decise, importanti. Bergamasco e atalantino, il difensore di Sarnico analizza il momento e guarda avanti senza paura, consapevole delle difficoltà ma voglioso di andare avanti. Sempre.

Bellini, una situazione infortuni pesante ed un avversario di livello internazionale come la Juve alle porte. Che ne pensi?

Sarà una sfida molto difficile, senza dubbio. Sentiamo quanto la gente si aspetti da noi qualcosa di importante, un’impresa da raccontare. Nonostante le grandi difficoltà e gli infortuni cercheremo di non deluderli: in questo momento è fondamentale ritrovarci ma posso assicurare che anche dopo due sconfitte di fila la fiducia della squadra nel tecnico è grande.

Dopo cinque risultati positivi le sconfitte di Livorno e Cagliari hanno sollevato un polverone..

Esperti ed allenatori di lunga esperienza in questi momenti spuntano un po’ da tutte le parti.  Si valutano le piccolezze e si mette in dubbio un giocatore bravo come Andrea Consigli che ha commesso sicuramente un paio di errori ma resta un campione. In momenti come questo sono fondamentali la testa e l’unità d’intenti, tutte le altre cose sono chiacchere.

Nelle ultime settimane qualcuno ti ha proposto capitano. Cosa ne pensi?

Lo spogliatoio dell’Atalanta è forte, unito ed il suo leader si chiama Cristiano Doni. Ogni giorno vivo la sua passione, la sua atalantinità da vicino e devo ammettere che da bergamasco è una cosa davvero bella. Lui è speciale, ha qualcosa di unico che lo rende una bandiera. Nel passato anche Massimo Carrera lo fu, eppure indossò la maglia dell’Atalanta solo per cinque stagioni: questo dimostra che la cosa più importante è lo spirito, non gli anni di militanza.

Sabato sarà una sfida speciale anche per Antonio Conte. Vedete in lui qualche emozione particolare?

Sicuramente la vittoria in Champions ha migliorato la loro condizione psicologica, mancherà Amauri ma troveranno sicuramente una soluzione importante per sostituirlo. Conte ovviamente vivrà una serata particolare, il passato non si dimentica ma in questo momento lui è il nostro generale e gli sforzi sono tutti per noi.

Fabio Gennari

Atalanta, 5-1 al Pontisola. Bene Doni, sorpresa Bonaventura

Cristiano Doni PONTE SAN PIETRO -- Cristiano Doni e Giacomo Bonaventura. Il vecchio, con tutto il rispetto ...

Foppa, dopo la sosta inizia il tour de force

Le ragazze della FoppaPedretti Bergamo BERGAMO -- La quiete prima della tempesta. Sportiva, ovviamente. La FoppaPedretti Bergamo, dopo i quattro ...