iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Cassa integrazione: metalmeccanici i più colpiti

Di Redazione4 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
metalmeccanici

I metalmeccanici sono la categoria più penalizzata

Sono 138 le aziende bergamasche che hanno fatto ricorso alla cassa integrazione straordinaria durante quest’anno e 11mila in tutto i lavoratori coinvolti dai provvedimenti. E’ quanto emerge dai dati raccolti ed elaborati dalla Cisl Bergamo, aggiornati al 31 ottobre scorso, pochi giorni fa dunque.

Il settore più colpito risulta essere quello metalmeccanico con 53 aziende in difficoltà e 5224 lavoratori coinvolti da cassa integrazione straordinaria su un totale di 7856 dipendenti.

Secondo i dati, dopo il metalmeccanico, a richiedere cassa integrazione a profusione ci sarebbe il settore del tessile-abbigliamento-calzature, con un numero leggermente maggiore di aziende (55) e 4314 lavoratori coinvolti su oltre 6200.

Decisamente più basse le cifre per gli altri settori. Dieci le aziende del settore chimica-gomma-plastica e vetro che hanno chiesto l’ìntervento degli ammortizzatori sociali, per un totale di 526 lavoratori, circa un terzo dei dipendenti totali (1422). Seguono il commercio-terziario e servizi (515 lavoratori coinvolti), i trasporti, i grafici e l’editoria, il legno e i manufatti per l’edilizia.

Dal punto di vista territoriale invece, le zone più interessate dalla cassa integrazione straordinaria sono i distretti produttivi di Bergamo, Albino e Ponte San Pietro. Secondo i dati raccolti dai centri per l’impiego, in queste tre zone sono rispettivamente 2891, 2830 e 2095 i lavoratori coinvolti dalla cassa e 33, 30 e 28 le aziende interessate. Seguono Treviglio, Zogno, Clusone, Trescore, Romano e Grumello.

Se a questo aggiungiamo la cassa integrazione in deroga le cifre lievitano in maniera impressionante. Sono infatti 1268 le aziende bergamasche che usufruiscono di questo regime per un totale di altri 8780 lavoratori. Oltre 4000 dei quali solo nel settore metalmeccanico, con 670 aziende coinvolte da cassa in deroga. La zona maggiormente interessata riguarda l’area del Trevigliese.

Clicca qui per vedere tutti i dati
I dati sulla cassa integrazione

Crisi, previsioni: 15mila disoccupati in Bergamasca

La crisi preoccupa la Bergamasca Le previsioni per l'economia bergamasca sono fosche per non dire tetre. E nella peggiore delle ...

La Tenaris chiede due mesi di cassa per 2200

La Tenaris Dalmine La richiesta è destinata a far venire i brividi ai contabili dello Stato, quelli che ...