iscrizionenewslettergif
Salute

Influenza A: situazione sotto controllo a Bergamo

Di Redazione3 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il virus dell'influenza A

Il virus dell'influenza A

Stanno crescendo gli accessi agli ospedali per l’influenza A soprattutto dei più piccoli, anche se per ora la provincia di Bergamo non è stata colpita in maniera massiccia dal virus.

Secondo quanto reso noto dalla direzione degli Ospedali Riuniti di Bergamo, nelle ultime tre settimane al Pronto soccorso c’è stata un’ottantina di accessi al giorno di pazienti con sintomi riconducibili all’influenza, ma meno di una decina – sette o otto, tra adulti e bambini – sono stati ricoverati. Sono stati in tutto 1600 gli accessi in tre settimane con una percentuale di ricoveri molto bassa: 0,6 per cento.

Fra questi, il caso più grave è quello di una bambina ricoverata inizialmente in Terapia intensiva e poi rapidamente migliorata e trasferita in reparto. Sono cinque in tutto i bergamaschi ancora ricoverati per il virus AH1N1, ma nessuno di loro è in gravi condizioni.

La paura alimentata dai media però ha fatto registrare un aumento del 50 per cento rispetto allo scorso anno dei pazienti che lo scorso weekend si sono rivolti al Pronto soccorso.

L’ospedale si è attrezzato per l’emergenza. Da ieri i pazienti influenzati possono entrare da un accesso riservato, diviso da quello per le altre patologie. Iniziate anche le vaccinazioni dei soggetti a rischio, affetti da patologie croniche. Per questi è aperto l’ingresso 28.

Influenza A, i Pediatri: accelerare le vaccinazioni

Il vaccino contro l'influenza A Come prevedibile l'influenza A sta scatenando una pericolosa psicosi fra gli italiani. I pediatri della ...

Influenza A: alcune regole per proteggere i bimbi

Poche regole bastano per proteggersi Da oggi a Bergamo è disponibile la vaccinazione contro l'influenza A per i bambini fino ...