iscrizionenewslettergif
Sport

Conte: troppe tre gare in sette giorni per noi

Di Redazione1 novembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Conte

Antonio Conte

CAGLIARI — La voce come al solito è rimasta sul campo. Nella ripresa però, le telecamere di Sky hanno mostrato un Conte diverso. Spento, quasi rassegnato. Un paio di volte l’espressione di disappunto era eloquente, l’Atalanta di Cagliari proprio non è andata.

“Penso che in questo momento per noi – dichiara Conte – sopportare tre partite in una settimana sia a livello fisico che anche psicologico è veramente molto dura: oggi dopo il primo gol c’è stata poca forza per reagire. Gli equilibri si trovano alla lunga, non ci eravamo illusi che tutto fosse sistemato quando i cinque risultati utili consecutivi avevano rivitalizzato la classifica, i problemi c’erano e ci sono anche adesso”.

Sicuramente in questo momento sono le assenze a determinare fortune e sfortune dell’Atalanta. Difficile ignorare gente come Barreto, Ferreira Pinto, Manfredini,Garics e Acquafresca.

“L’emergenza è molto grave, l’abbiamo da un po’ di tempo e purtroppo nelle ultime giornate è addirittura peggiorata. Barreto si è rifatto male, Garics ha avuto una distorsione al ginocchio: i lungodegenti non rientrano e c’è da soffrire molto”.

L’ultima battuta di Antonio Conte, inevitabile, riguarda la Juventus che sabato arriverà al Comunale

“Ho tanti problemi per la testa -chiude il tecnico pugliese- che pensare ora a quelli della Juve o al loro rendimento mi riesce difficile. Lavorare con Lippi in futuro? Non me ne frega assolutamente nulla adesso, penso all’Atalanta e a fare il meglio possibile qui a Bergamo”.

Fabio Gennari

A Cagliari finisce 3-0: pesante sconfitta per l’Atalanta

La seconda rete del cagliaritano Nenè CAGLIARI -- Dalle stelle alle stalle. Sono passati solo sette giorni e la bella Atalanta ...

Padoin jolly prezioso, Valdes e Madonna assenti sulle fasce

Jaime Valdes (foto cagliaricalcio.it) CAGLIARI -- Giudizi e pagelle, questa volta, sono troppo condizionati dalle assenze. Tra giocatori fuori ...