iscrizionenewslettergif
Politica

Bandera a Federconsumatori: la pulizia delle strade è quotidiana

Di Redazione31 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'assessore comunale all'Ecologia Massimo Bandera

L'assessore comunale all'Ecologia Massimo Bandera

BERGAMO — Ieri la Federconsumatori ha diffuso un comunicato stampa in cui lamentava una pulizia sommaria delle strade cittadine e un conseguente spreco di acqua. Oggi è arrivata la risposta dell’assessore comunale all’Ecologia Massimo Bandera.

“In relazione alla lettera trasmessa da Federconsumatori dal titolo “Pulizia delle strade comunali a Bergamo: un problema da risolvere” mi sento in dovere di fornire alcune risposte e precisazioni al riguardo” attacca Bandera in un comunicato diffuso agli organi d’informazione.

“Gli interventi di lavaggio delle strade, effettuati in questi giorni nelle vie del centro cittadino – spiega l’assessore – sono stati programmati per far fronte all’aumento dell’inquinamento atmosferico che ha superato i limiti di legge per quanto riguarda le polveri sottili e sono pertanto da ritenersi in aggiunta rispetto alla normale programmazione degli interventi di spazzamento della città, che nel periodo notturno sono attuati anche con l’uso di mezzi lavastrade che precedono la spazzatrice per una pulizia più efficace”.

Bandera replica punto su punto alle contestazioni di Federconsumatori. “Va precisato che tali interventi sono stati effettuati lungo le stesse vie che quotidianamente vengono pulite con la spazzatrice, evitando pertanto di dare l’impressione di spostare lo sporco da una parte all’altra come denunciato da Federconsumatori. In particolar modo in via XX Settembre, dove sono state scattate le foto, la pulizia meccanizzata è prevista da lunedì a domenica al mattino, mentre il lunedì, il mercoledì,  il venerdì e la domenica in orario notturno”.

“Circa l’uso dell’acqua potabile – prosegue l’assessore su un punto non di poco conto – si fa presente che la Società Aprica nel 2007 ha chiesto agli enti competenti tra cui l’ASL la possibilità di usare l’acqua derivante dagli scarichi del depuratore per la pulizia delle strade, ma per aspetti di tutela e sicurezza igienico sanitaria tale soluzione è stata sconsigliata”.

Bandera infine invita gli esercenti a fare la loro parte: “Si ritiene opportuno richiamare l’attenzione in ordine al fenomeno connesso alla presenza di mozziconi di sigarette gettati a terra (fenomeno in continuo aumento a far data dall’entrata in vigore del divieto di fumo nei locali pubblici), affinché i proprietari degli esercizi commerciali collaborino, come previsto dal regolamento comunale, alla pulizia delle aree prospicienti i locali da essi gestiti”.

Nei prossimi giorni l’assessore incontrerà Federconsumatori per un confronto che auspica “costruttivo” sul problema segnalato.

Troppa delinquenza ad Albino: la Lega chiede le ronde

Albino ALBINO -- Adesso basta. I residenti di Albino ne hanno piene le tasche di micro ...

Il Treno Blu rischia di sparire: Stucchi interroga il ministro

Il Treno Blu ROMA -- La politica di razionalizzazione dei costi di Trenitalia non colpisce solo il Pendolino ...