iscrizionenewslettergif
Bergamo

Inchiesta stadio: ecco pregi e difetti del settore Ospiti

Di Redazione30 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il settore ospiti dello stadio Atleti Azzurri D'Italia

Il settore ospiti dello stadio Atleti Azzurri D'Italia

BERGAMO — La seconda tappa del nostro viaggio dentro lo stadio vuole mettere in risalto pregi e difetti del settore ospiti. Nell’estate 2007 le nuove norme in materia di sicurezza imposero la necessità di alcuni lavori di ammodernamento, e la capienza fu portata a circa 2000 posti. Ma questa è rimasta l’unica vera novità per un settore tuttora determinante per la sicurezza dell’intero stadio, dal momento che lì vengono sistemate le tifoserie avversarie, comprese quelle più turbolente.

Per evitare che vengano a contatto con il resto del pubblico, ad ultrà e soci viene lasciato uno spazio “cuscinetto”. Si tratta del vecchio spicchio adiacente alla tribuna centrale e, con esso la rete di protezione metallica che da anni ormai protegge gli occupanti delle poltroncine, che viene mantenuto sempre vuoto per ragioni di sicurezza.

I tifosi che arrivano a Bergamo sono sistemati più al centro, dove due tribune metalliche nella parte inferiore e la gradinata in cemento permettono di seguire la partita senza copertura: questo vuol dire che se piove la prendono tutta (per la gioia dei tifosi dell’Atalanta che peraltro in curva nord non sono messi meglio).

Il settore – come il resto della curva Sud e tutta la curva Pisani – non è dotato di alcun seggiolino e la numerazione dei posti è ben visibile soltanto sulle tribune in ferro.

L’accesso alle gradinate in pietra dal basso è, dal punto di vista della sicurezza, un’incognita. Se é pur vero che per salire e scendere dalla zona gradinata si passa da scale in ferro piuttosto agevoli in condizioni normali, c’è da capire cosa succederebbe in caso d’emergenza, con migliaia di persone che si riversano sulle stesse uscite contemporaneamente. Paradossalmente, è molto più largo e agevole lo scalone in pietra che, dall’esterno, consente l’accesso alla parte alta della gradinata. Per contro, si tratta di un uscita che si trova a una ventina di metri da terra.

Per i tifosi del settore ospiti, che comunque pagano il biglietto, non è previsto alcun punto di ristoro fisso. Durante le gare viene predisposto un baretto di fortuna all’esterno delle grate metalliche verso la tribuna centrale. I servizi igienici sono scarsi, solo parzialmente coperti e poco illuminati. Sono presenti alcuni piccoli lavandini, in condizioni non ottimali. Meglio sarebbero, dal punto di vista della sicurezza, impianti idraulici disegnati in modo che non si possano in alcun modo strappare o “smurare” (come è già accaduto), insomma a prova di scalmanati.

Un punto di forza per la sicurezza è invece che la zona ospiti ha un parcheggio interamente dedicato a sé. Si tratta di uno spazio adiacente ai cancelli d’ingresso: i tifosi della squadra avversaria vengono accompagnati all’interno della zona di pre-filtraggio direttamente con i pulmann. Mentre in occasione di gare più tranquille è possibile accedere anche con mezzi propri.

Fabio Gennari

Leggi anche la prima puntata
L’assessore Saltarelli: case al posto della Curva Nord

Nella prossima puntata: le Tribune

Dall’Ascom 2500 vaccini anti-influenzali gratis per le imprese

La vaccinazione contro l'influenza stagionale BERGAMO -- L'Ascom rimborserà 2500 vaccini antinfluenzali alle aziende associate al sistema bilaterale che proporranno ...

Delitto di Vertova: il senegalese nega tutto

Il tribunale di Bergamo BERGAMO -- Non sono stato io, non ero in quella casa quel giorno, non ero ...