iscrizionenewslettergif
Politica

Pd Lombardia: Martina resta in sella. Misiani: tre volte felice

Di Redazione26 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Maurizio Martina

Maurizio Martina

BERGAMO — Con le primarie di ieri, il bergamasco Maurizio Martina, segretario regionale uscente del Partito democratico resta il favoritissimo alla successione di se stesso.  All’ufficializzazione della sua vittoria mancano solo i numeri.

Per il momento i dati non sono definitivi. Le sezioni scrutinate sono 1000 su 1404. Tuttavia sufficienti per dire che Martina è in nettissimo vantaggio sugli sfidanti. Al giovane bergamasco che appoggiava la mozione Bersani sono andati finora il 54,5 per cento dei voti, contro il 29,3 per cento di Emanuele Fiano (mozione Franceschini) e il 16 per cento di Vittorio Angiolini (mozione Marino).

Stando solo in Bergamasca, Martina ha avuto il 59 per cento delle preferenze nella Bergamasca contro il 26 di Fiano e il 14 di Angiolini.

Intanto sulle primarie di ieri e sull’elezione di Bersani c’è da registrare l’intervento del parlamentare bergamasco del Partito Democratico Antonio Misiani che fatica a trattenere la sua soddisfazione. ““Sono tre volte felice – si legge in una nota – Felice innanzitutto per l’affluenza ai seggi: tre milioni di votanti in Italia e quasi trentaduemila nella bergamasca sono numeri al di là di ogni aspettativa. E’ la conferma che nel Paese c’è un grande potenziale di fiducia per una forza di opposizione seria e responsabile. Sono contentissimo per la grande vittoria di Pier Luigi Bersani, che in Provincia di Bergamo ha raccolto un consenso nettamente maggioritario e superiore alla media nazionale. Ieri notte ero con lui in Piazza Santi Apostoli quando ha ricevuto le telefonate di congratulazioni di Franceschini e Marino: da parte loro è stata una bellissima dimostrazione di stile, per tutti noi è la speranza di un lavoro comune dopo il confronto congressuale”.

“Il successo di Bersani – continua il deputato bergamasco – è il coronamento di mesi e mesi di lavoro duro e appassionante: gli italiani hanno premiato il profilo di uomo di governo di Bersani, mai polemico e sempre concentrato sui problemi concreti della gente. E hanno premiato il progetto di un partito riformista con un’anima e un’identità, attento ai ceti popolari e produttivi, motore dell’alternativa alla destra”.

“Grande soddisfazione, infine, per la vittoria di Maurizio Martina, un amico a cui mi uniscono tanti anni di lavoro comune. Da segretario regionale ha lavorato intensamente per dare al PD un profilo di innovazione in una terra assai difficile per il centrosinistra. La sua riconferma è sicuramente meritata. Ora è il momento di rimettersi in moto, a tutti i livelli, per capitalizzare al meglio il patrimonio di fiducia che queste primarie hanno consegnato al PD”, chiosa Misiani.

Il Pdl: sull’aeroporto di Orio approfittare della cessioni Sea

L'aeroporto di Orio al Serio BERGAMO -- "L'aeroporto di Orio ha un ruolo centrale nell'assetto socio-economico bergamasco, nel quale rappresenta ...

Palafrizzoni: l’aeroporto infiamma il consiglio comunale

Lo sviluppo dell'aeroporto ha infiammato il consiglio comunale BERGAMO -- All'improvviso il pubblico presente si è alzato in piedi e ha abbandonato l'aula ...