iscrizionenewslettergif
bergamosvil1png
Isola

Il patron della Lodauto muore schiacciato in ascensore

Di Redazione26 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un'ambulanza

Un'ambulanza

SUISIO — E’ morto in maniera tragica Elio Lodovici, fondatore e presidente della Lodauto, concessionaria bergamasca di Mercedes e Smart. L’uomo, 67 anni, rimasto bloccato nell’ascensore della sua abitazione a Suisio ha tentato di raggiungere il pianerottolo ma è rimasto incastrato ed  morto per schiacciamento della cassa toracica.

La drammatica fine dell’uomo è avvenuta davanti agli occhi agghiacchiati della moglie Maria Daminelli, che era in ascensore con lui. La disgrazia è avvenuta intorno alla mezzanotte di sabato.

I due erano in taverna, hanno preso l’ascensore per salire al secondo piano, nella zona camere. L’ascensore però è rimasto bloccato. E dopo alcuni tentativi di farlo ripartire, Lodovici ha forzato le porte e si è creato uno spiraglio verso il basso. L’imprenditore ha cercato di calarsi, ha infilato le gambe ma è rimasto incastrato con il torace.

Il peso delle gambe e del bacino hanno fatto il resto, nonostante i tentativi della moglie di liberarlo. E’ stato un vicino che ha sentito le urla della donna ad avvertire il figlio di Lodovici che abita a Curno. Questi ha avvisato la vigilanza che ha sbloccato le porte. All’arrivo, i sanitari del 118 hanno tentato una disperata rianimazione. Ma per Lodovici non c’è stato più nulla da fare. Sul posto sono intervenuti i Carabinieri di Treviglio e i vigili del fuoco per i rilievi del caso.

Alpinista di Vercurago precipita da ferrata

VERCURAGO -- E' ricoverato in gravi condizioni all'ospedale Sant'Anna di Como Marco Burini, l'alpinista di ...

Suisio in lutto per la tragica morte del patron Lodauto

SUISIO -- Nn ci sono parole per descrivere la morte di un padre. Ancor meno ...