iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Valseriana

Le spoglie di Roby Piantoni domani in Italia

Di Redazione23 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Roby Piantoni

Roby Piantoni

updated CLUSONE — È stata cremata ieri a Kathmandu, in Nepal, la salma Roby Piantoni, l’alpinista scalvino di Colere morto nella notte del 14 ottobre durante la scalata dello Shisha Pangma, il 14esimo ottomila della Terra, che si trova in Tibet.

Stando alle previsioni, l’urna con le ceneri dello sfortunato alpinista di 32 anni arriverà domani alle 13,30 all’aeroporto di Malpensa.

Da quanto si è appreso finora sulla dinamica dell’incidente, Piantoni sarebbe rimasto vittima di un cedimento delle corde fisse lungo la parete sud della montagna. La salma dell’alpinista era stata depositata in fondo a un crepaccio dai compagni di spedizione Marco Astori e Yuri Parimbelli e poi recuperata, grazie a una delicata operazione, dagli stessi, coadiuvati dal sondriese Adriano Greco e da alcuni alpinisti stranieri.

Il desiderio della famiglia era quello di riportare Roby in Italia il prima possibile. Dopo il recupero, fra mille difficoltà logistiche e burocratiche il corpo senza vita di Piantoni era stato trasportato nella capitale nepalese. Per il rientro in patria si parlava di due o tre settimane. Poi, grazie all’intervento di alcune figure di spicco dell’alpinismo bergamasco, le pratiche burocratiche sono state accelerate. Piantoni tornerà domani in Italia, dunque. La data del funerale è stata fissata per domenica alle 15, a Colere.

Alpinismo: recuperata la salma di Roby Piantoni

Roby Piantoni COLERE -- Il corpo senza vita del povero Roby Piantoni si trova al campo base ...

Alpinismo bergamasco in lutto per i funerali di Piantoni

Lo Shisha Pangma COLERE -- Il mondo dell'alpinismo bergamasco e tutta Colere si sono strette a lutto per ...