iscrizionenewslettergif
Politica

Palafrizzoni: piano da 40 milioni per le opere pubbliche

Di Redazione21 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il vicesindaco Ceci e l'assessore Saltarelli durante la conferenza stampa

Il vicesindaco Ceci e l'assessore Saltarelli durante la conferenza stampa

BERGAMO — Investimenti per circa 40 milioni di euro, con l’accortezza di non sfondare i limiti imposti dal patto di stabilità. Sono questi gli obiettivi del Piano opere pubbliche previsti per il prossimo anno dall’amministrazione comunale. La lista definitiva degli interventi è ancora in fase di completamento. L’assessore Alessio Saltarelli e il vicesindaco Gianfranco Ceci però contano di poter inserire anche alcune opere ritenute di rilievo per il prossimo anno.

“Dobbiamo trovare le risorse e se non ce la faremo dovremo limare qualcosa” ha spiegato Saltarelli stasera nella conferenza stampa a Palazzo Frizzoni. Il Comune punta alla risistemazione del complesso di Sant’Agata, in Città Alta, e alla sua differenziazione dal Carmine. “L’obiettivo è farne un complesso turistico, alberghiero, congressuale, ricettivo che si differenzi dalla struttura residenziale”. “Stiamo tentando di vedere se il complesso di Sant’Agata possa rientrare fra i canoni della nuova Finanziaria, secondo cui il demanio concederà a titolo gratuito ai comuni gli edifici pubblici che verranno valorizzati dai comuni stessi” ha spiegato Ceci.

Anche sul Castello di San Vigilio, che si trova in condizioni alquanto precarie (infiltrazioni e tetto che crolla), l’assessore conta di riuscire a strappare un intervento. L’ipotesi è quella di un recupero congiunto pubblico-privato che consenta al Castello di diventare uno dei centri d’interesse della prossima adunata degli alpini.

Sempre restando in Città Alta, l’ipotesi allo studio è quella di un investimento di tre milioni di euro per un impianto di risalita in stile Perugia, ovvero attraverso le Mura e non esterno come aveva invece immaginato l’amministrazione precedente.

Quanto alle altre opere in programma, l’amministrazione comunale vuole realizzare un nuovo sottopasso ferroviario in zona via Carducci-via King per un migliore accesso al nuovo ospedale. Migliorerà la viabilità dalle parti del passaggio a livello con due rotonde e la ridefinizione delle strade di collegamento, in una zona dove le code sono una consuetudine per il passaggio dei treni “e le ambulanze non possono aspettare”. Il costo dell’intervento sarà di 5 milioni di euro.

Il Palazzetto dello sport di Bergamo

Il Palazzetto dello sport di Bergamo

Compresi nei 40 milioni di investimenti in opere pubbliche ci saranno anche le piscine Italcementi, con la messa a norma degli impianti, “che hanno bisogno di deroghe continue in caso di manifestazioni” ha detto Saltarelli. Costerà un milione e mezzo. Un intervento da un milione di euro è previsto anche per il Palazzetto dello Sport, struttura pregevole che sente ormai il peso degli anni. La giunta conta di sistemare il Palanorda e di mantenerlo come contenitore per eventi della città. Altri 850mila euro andranno per la sistemazione del Palacreberg, sia dal punto di vista dell’insonorizzazione acustica, sia da quello dell’isolamento termico. L’intervento permetterà di risparmiare 300mila euro di spese di riscaldamento l’anno.

Nel lungo elenco degli interventi previsti per il prossimo anno ci saranno 5 milioni di euro per le manutenzioni degli edifici scolastici e sportivi. Un milione andrà solo per la media Petteni “che non aveva neanche le uscite di sicurezza” ha precisato Saltarelli. Un milione e mezzo, poi, per una nuova scuola nel complesso Daste e Spalenga. Mentre sul campo Utili si attende la conclusione della trattativa sulle volumetrie comprese nel piano d’intervento integrato ex Sace. In ogni caso il Comune metterà almeno un milione di euro per il centro centro sportivo.

Tre milioni di euro andranno invece per la sistemazione dell’edificio di Palazzo Uffici, sede degli uffici comunali. E’ previsto un nuovo impianto di aria condizionata, un nuovo impianto elettrico, il rifacimento degli uffici dell’anagrafe “che in questo momento non sono all’altezza di un Comune come il nostro” ha puntualizzato Ceci.

Quattro milioni verranno invece investiti sul verde, sia per la manutenzione sia per l’ottimizzazione di aree verdi e dei collegamenti con le zone ciclopedonali, interventi di riqualificazione delle ripe e delle rogge, un parco pubblico in via Cavalli.

Tre milioni andranno alla manutenzione delle strade. Sei i milioni che verranno spesi invece per i servizi a rete, compresi investimenti in impianti di produzione dell’energia elettrica attraverso fonti rinnovabili: il Comune sta cercando di individuare zone ed edifici pubblici su cui piazzare pannelli solari. Riassetto in vista anche per la zona del comando provinciale dei Carabinieri di via delle Valli. E’ previsto il riutilizzo di un campo adiacente per il parcheggio e l’entrata di emergenza alla stazione dell’Arma. Questo consentirà di liberare gli attuali parcheggi che verranno resi disponibili al quartiere.

Infine è previsto un intervento da 700mila euro per una vasca di laminazione per il nuovo ospedale, per evitare il rigurgito degli scarichi fognari.

Crisi Tenaris, Sacconi: piano da cambiare. Misiani: governo troppo vago

il ministro del Welfare Sacconi interviene in parlamento ROMA -- Come previsto, il question time alla Camera di quest'oggi ha visto fra gli ...

Minuti: cabina di regia per una città più viva

L'assessore alla Politiche giovanili Danilo Minuti BERGAMO -- Una "cabina di regia" per gli eventi che riguardano i giovani e il ...