iscrizionenewslettergif
Spettacoli

Gene Gnocchi da Mondonico: show a Verdello

Di Redazione21 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il comico Gene Gnocchi a Verdello (foto Mariani)

Il comico Gene Gnocchi a Verdello (foto Mariani)

Quando c’è di mezzo uno come Gene Gnocchi è impossibile trattenere le risate. Il centro sportivo di Verdello, quartier generale dell’Albinoleffe, per un pomeriggio è stato travolto dalla simpatia del noto comico e presentatore tv che ha fatto visita all’amico Mondonico disputando uno spezzone di gara contro la Primavera.

La partita è stata preceduta da una conferenza stampa abbastanza anomala, Gnocchi ed il tecnico di Rivolta dietro al bancone delle interviste hanno risposto alle domande dei cronisti ed ogni battuta ha davvero divertito.

“Mondonico ha cercato subito di mettermi il bastone tra le ruote – attacca il Gene nazionale – sulla maglia con il numero 10 mi ha scritto “Sei uno zero”. Io comunque non mi abbatto, cercherò di farmi notare e sono sicuro che lo metterò in difficoltà”.

Sentendo queste parole sembra quasi ci siano velleità di tesseramento per il cinquantaquattrenne conduttore che già in passato con Parma e Genoa cercò l’esordio nel calcio professionistico. Basta ascoltare qualche altra battuta per capire che tutto va ricondotto ad una simpatica rimpatriata tra amici, con annesso regalo dell’ospite per il padrone di casa.

“La volta scorsa portai parmigiano e culatello, volevo provvedere con dei salami questa volta ma ho pensato di portare direttamente i maiali: alla cascina del Mondo facciamo festini a tutto spiano”. Il baffo di Rivolta, divertito dalle considerazioni culinarie del comico, stronca subito le speranze di Gnocchi ricordando come altre volte abbia provato a considerarlo un giocatore.

“Feci il primo provino – dichiara Mondonico – con lui dieci anni fa e non andò benissimo. Più che svincolato direi che è passato, oggi vediamo le risposte del campo ma sono scettico. Gene Gnocchi riuscì a far segnare il ciclista Chiappucci qualche anno fa e quella volta decise che voleva diventare calciatore: non c’è mai riuscito”.

Mondonico e Gnocchi (foto Mariani)

Mondonico e Gnocchi (foto Mariani)

La bomba di giornata però arriva proprio dall’ospite dei seriani, accompagnato a Verdello da Paolo Tramezzani svela chi davvero lo ha convocato.

“Qualche giorno fa Ruopolo e Cellini mi hanno contattato da una cabina qui fuori per non essere intercettati, mi hanno pregato di venire perchè il gioco del Mondo non li favorisce: hanno bisogno di qualcuno che sappia dare l’ultimo passaggio e quindi ho risposto presente. Sono un fantasioso, Emiliano è l’unico che può allenarmi e sò bene di giocarmi un contratto di tre anni con la maglia seriana”.

Passato il momento di cabaret, Mondonico e Gnocchi confermano come certe giornate nascano dal nulla solo per amicizia e passione. “Scherzi a parte, devo dire – confida l’allenatore seriano – che Gene è uno dei pochi che risponde sempre presente. Ogni volta che lo chiamo e propongo una partita di beneficenza o un’occasione speciale lui viene: siamo amici e questa cosa mi fa davvero piacere”.

Praticamente sdraiato davanti ai taccuini, il comico di Fidenza conferma e rilancia: il suo rapporto con le nostre terre ormai è risaputo. “Quando posso partecipo volentieri. Personalmente poi, lo dimostra anche il moviolista coreano che parla bergamasco della trasmissione su Sky, ho un rapporto speciale con queste zone: sono cittadino onorario di Costa Volpino, tra Bergamo e Brescia mi muovo spesso e anche nella mia carriera ci sono stati personaggi come Hermes Rubagotti che nascono proprio qui”.

Proprio Brescia – Albinoleffe è il prossimo impegno dei seriani. Hermes cosa direbbe? Pochi secondi e parte la battuta in perfetto dialetto bresciano. “Gnariiiii, Iachiniii, non fidarti del Mondo neee”. Risata generale, l’ennesima della conferenza. Qualche foto, le ultime strette di mano e poi via sul campo dove comicità e pallone ancora una volta vanno a braccetto.

Fabio Gennari

Rischio buco da 600 milioni nei conti della Rai

Il celebre cavallo della sede Rai di viale Mazzini Un buco nei conti, da qui al 2012, che supererebbe i 600 milioni di euro. ...

Vieri chiede risarcimento da 21 milioni a Inter e Telecom

Melissa Satta e Bobo Vieri L'ex calciatore dell'Atalanta Bobo Vieri ha chiesto un maxirisarcimento di 21 milioni di euro per ...