iscrizionenewslettergif
Sport

Il “Tir” è lanciato: tre gol di fila, Parma avvisato

Di Redazione21 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Simone Tiribocchi e Cristiano Doni, coppia d'oro nerazzurra

Simone Tiribocchi e Cristiano Doni, coppia d'oro nerazzurra

ZINGONIA — L’uomo simbolo della risalita nerazzurra è senz’altro lui, Simone Tiribocchi. Partito senza i galloni del titolare, l’attaccante di Colleferro ha saputo aspettare il momento giusto e quando mister Conte lo ha gettato nella mischia dal primo minuto non ha più sbagliato.

Tre gol nelle ultime tre partite, un gran lavoro là davanti insieme a Cristiano Doni e quel gesto di esultanza che sta diventando un must come la “crapa olta” del capitano.

Tiribocchi, la striscia positiva personale continua.
Sono davvero contento, questa volta oltre alla gioia per il gol c’è anche la soddisfazione per il successo della squadra. Tre punti importanti, all’Atalanta mancavano da oltre cinque mesi e anche io con il Lecce ho dovuto aspettare tanto. Mi godo il momento, so che ne arriveranno di brutti e difficili ma non ci penso.

Da rincalzo di Acquafresca a protagonista.
Uno si deve fare trovar sempre pronto, soprattutto se le prime partite non gioca. Quando scendi in campo pensi solo a fare il massimo e i risultati in queste ultime giornate, grazie anche ad un pizzico di fortuna, mi stanno dando ragione.

Personalmente, dei tre gol quale è il più bello?
A Udine forse è stato più costruito, scatto e dribbling prima del tiro in porta. Quello contro il Chievo invece è più da attaccante vero: andare sulla respinta del portiere è sempre importante, a volte capita l’opportunità buona e sono stato abile ad insaccare

In tribuna sei spesso seguito dai tuoi familiari, quasi un obbligo continuare a chiamarli
Se il risultato è questo state certi che non mancheranno. Domenica sicuramente ci saranno mio padre e mia sorella, mia moglie non la toglie nessuno e a questo punto vediamo di portarne qualcun altro.

La tua intesa con Doni sembra migliorare di partita in partita.
Ho cercato subito di calarmi nel gruppo, guardare i compagni e capirne i movimenti. Con lui è facile giocare, impari parecchio standogli vicino come sempre succede dai ragazzi più esperti. Ora anche io ho l’età per considerarmi tale, spero che i giovani come Acquafresca o Tiboni possano prendere qualcosa anche da me.

Veniamo al prossimo impegno, il Parma
Prepariamola bene, la gioia di domenica deve servirci per lavorare al top in questa settimana per tentare un nuovo successo. Personalmente non ho mai segnato al Parma e non ho mai fatto gol per quattro partite consecutive: spero di infrangere questi tabù ma la cosa più importante è che la squadra ottenga i tre punti.

Fabio Gennari

Atalanta, Conte felice: pronti ad aprire un ciclo

Antonio Conte ZINGONIA -- Che la prima vittoria in campionato rendesse l'atmosfera della sala stampa di Zingonia ...

Luca Messi torna sul ring con il titolo in testa

Luca Messi e l'assessore allo sport del comune di Bergamo Cottini (foto Mariani) BERGAMO -- Luca Messi ci prova ancora. Il pugile bergamasco salirà sul ring sabato 24 ...