iscrizionenewslettergif
Musica

Demetrio Stratos, la voce degli anni Settanta

Di Redazione21 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Demetrio Stratos

Demetrio Stratos

Ricordato come “la Voce degli anni Settanta”, Demetrio Stratos è stato uno dei più grandi cantanti del nostro paese. Il libro “Demetrio Stratos. Gioia e rivoluzione di una voce” di Antonio Oleari (Aereostella Editore. Pag. 228. 21 Euro) raccoglie le testimonianze di artisti, cantanti, musicisti o semplici amici per costruire una vera e propria “biografia in musica” capace di dipingere l’uomo e l’artista, lo sperimentatore e l’attivista politico.

E’ il racconto di un musicista greco – uno dei pochi al mondo a sperimentare la strada della voce polifonica, cioè capace di emettere più note e suoni contemporaneamente – in terra italiana. Dagli inizi nei locali di Milano, passando per l’esperienza nei Ribelli di Adriano Celentano, lungo gli anni Settanta alla guida degli Area, fin nei meandri di una ricerca vocale che lo portò a esibirsi a fianco di John Cage tra Europa e Stati Uniti.

Demetrio Stratos morì a New York il 13 giugno 1979, dopo una fulminea malattia. Poche ore dopo, la sera del 14 giugno, all’Arena di Milano, tutti i più grandi artisti italiani si unirono in un grande omaggio davanti a 60mila giovani. Tra loro c’era anche un giovane Gabriele Salvatores che firma la prefazione del libro.

Phil Collins: lascio la batteria perché malato

Il mancino Phil Collins alla batteria Da tempo aveva annunciato che avrebbe lasciato tamburi e rullanti. Ora Phil Collins, l'ex batterista ...

Esce il doppio del vivo dei Rem

I Rem durante la registrazione a Dublino Esce il 23 ottobre il nuovo disco dei Rem. Si tratta di un doppio album ...