iscrizionenewslettergif
Provincia

Rifiuti, rincari in vista: tariffe su del 3,3 per cento

Di Redazione20 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
L'inceneritore Rea di Dalmine

L'inceneritore Rea di Dalmine

BERGAMO — Rincari in vista per i rifiuti. La giunta provinciale ha dato il via libera a un aumento della tariffa di conferimento dei rifiuti solidi urbani all’impianto di termoutilizzazione della Rea di Dalmine. Il provvedimento riguarda 207 comuni bergamaschi.

Smaltire i rifiuti all’inceneritore di Dalmine dunque costerà 2 euro e 70 centesimi a tonnellata in più: dagli attuali 82,25 a 84,95 euro a tonnellata.

Si tratta di un aumento del 3,3 per cento della tariffa che i Comuni pagano per il conferimento dei rifiuti all’impianto Rea, ha spiegato il presidente della Provincia Ettore Pirovano. Di questa cifra, lo 0,3 per cento è dovuto aumento dei costi di smaltimento per scorie e ceneri, mentre il restante 3 per cento è dovuto alla variazione Istat sull’inflazione.

Toccherà poi ai Comuni adeguare le tariffe per la cittadinanza. L’ultimo ritocco all’insù decretato dalla Provincia risaliva al novembre 2007. L’allora giunta Bettoni, secondo la convenzione stipulata con la società Rea, diede il via libera al passaggio da 81,60 euro a 82,25 euro.

Autocisterna schiaccia un’auto: due feriti e 10 Km di coda sull’autostrada

L'immagine dalla Webcam alle 18 updated BERGAMO -- Drammatico quanto spettacolare incidente questo pomeriggio intorno alle 16 sull'autostrada A4. Nel ...

Pedopornografia su internet: in manette psicologo e due studenti

Le indagini della Polizia postale BERGAMO -- C'è anche la Bergamasca coinvolta nell'indagine sulla pedofilia online che ha portato all'arresto ...