iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, Conte felice: pronti ad aprire un ciclo

Di Redazione20 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Conte

Antonio Conte

ZINGONIA — Che la prima vittoria in campionato rendesse l’atmosfera della sala stampa di Zingonia un pò più soft era facile da prevedere. Un Antonio Conte così carico e determinato però se lo aspettavano in pochi. Ringraziamenti, elogi ed un paio di battute sul futuro che testimoniano come l’inserimento del tecnico pugliese nell’ambiente atalantino stia diventando ogni giorno più totale.

Antonio Conte, primo successo in serie A con l’Atalanta. Sensazioni?
Sono davvero contento, questi tre punti ci danno grande entusiasmo soprattutto perchè sono arrivati attraverso il gioco. La concentrazione prima delle gara era totale, qui c’è un gruppo di ragazzi davvero importante e tralasciando valutazioni tecnico-tattiche sono i valori umani la cosa più bella. La società mi ha dato grande fiducia, il primo pensiero al fischio finale è stato per loro: Alessandro e Francesca Ruggeri, ma anche Carlo Osti che era in panchina e con cui abbiamo subito esultato.

Già, talmente forte che la lista di infortunati adesso porta anche il suo nome…
Se ogni stiramento dovesse coincidere con gol e successi ben vengano! (ride, ndr). Scherzi a parte, anche da quel punto di vista siamo in ripresa: Talamonti con il Parma dovrebbe esserci, Manfredini forse no ma registriamo l’aumento di carichi per Ferreira Pinto ed il rientro in gruppo di Barreto. Piano piano l’emergenza si sgonfierà e avremo anche più possibilità di scelta.

Fermo restando che i ragazzi di Udine hanno fatto davvero bene…
De Ascentis si è calato subito molto bene nella nostra realtà, Pellegrino e Peluso hanno disputato una grande gara. Federico in particolare ha grandi margini di miglioramento, per me può diventare uno dei centrali più forti in circolazione. Un applauso anche agli altri, se devo fare un nome in particolare dico Cristiano Doni, è stato un capitano vero.

Adesso il rischio è che l’entusiasmo faccia dimenticare i problemi…
A Udine siamo stati bravi a vincere la partita con tutto quello che avevamo, i problemi non sono del tutto passati ma viverli con l’entusiasmo dei tre punti sarà importante. Adesso ripartiamo pensando al Parma, avversario ostico che sarà un ostacolo molto duro da superare.

Che partita si aspetta domenica?
Pochi spazi, avversario chiuso pronto a ripartire ed una grossa battaglia. Guidolin prepara molto bene le partite, non penso ci sarà un grosso spettacolo ma posso assicurare che noi andremo in campo cercando come sempre di dare il massimo.

Una curiosità legata al futuro. Il suo contratto scade a fine stagione, ha già pensato a cosa potrebbe succedere dopo?
Personalmente mi rispecchio molto in questo ambiente. L’Atalanta per me è un posto ideale per aprire un ciclo, adesso lavoreremo per centrare l’obiettivo ma sono convinto che ci sono le premesse giuste per un futuro importante. La società vorrà valutare il mio operato, è giusto e affronteremo l’argomento più avanti.

Fabio Gennari

L’Albinoleffe in casa non vince più, con il Sassuolo finisce 0-0

Marco Cellini e Francesco Ruopolo sono rimasti a secco BERGAMO -- Niente da fare, la prima vittoria casalinga della stagione è di nuovo rimandata. Albinoleffe ...

Il “Tir” è lanciato: tre gol di fila, Parma avvisato

Simone Tiribocchi e Cristiano Doni, coppia d'oro nerazzurra ZINGONIA -- L'uomo simbolo della risalita nerazzurra è senz'altro lui, Simone Tiribocchi. Partito senza i galloni ...