iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Economia

Torna a salire il prezzo della benzina

Di Redazione16 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Un distributore di benzina

Un distributore di benzina

BERGAMO — Mentre l’inflazione sembra rallentare la sua corsa all’insù, il rincaro della benzina non sembra avere limiti. E così nel giro di pochi giorni i carburanti hanno fatto una nuova capatina intorno a quota 1,3 euro al litro, come non avveniva da prima dell’estate, periodo notoriamente favorevole per “spellare” i consumatori.

Giovedì la Agip ha deciso nuovi rialzi Agip e gli altri, manco a dirlo, si sono allineati con Shell volata sopra a tutti. Secondo quanto riporta il monitoraggio di quotidianoenergia.it ecco i prezzi medi dei carburanti nel nostro paese:

Shell: cresce di 0,5 centesimi la verde, che si attesta così a 1,299 euro/litro, e di due centesimi il diesel che arriva a 1,149 euro/litro.

Api-IP: aumentato di 1,1 centesimi la benzina (1,293 euro/litro) e di 1,3 centesimi il diesel (1,137 euro/litro).

Erg: di 0,5 centesimi la verde (1,289 euro/litro), e di un centesimo il diesel (1,134 euro/litro).

Esso: rialzo di un centesimo per la benzina (1,294 euro/litro) e di altrettanto per il diesel (1,135 euro/litro).

Q8: aumento di 0,8 centesimi la verde  (1,294 euro/litro) e altrettanto il diesel  (1,136 euro/litro).

Tamoil:  cresce di 0,9 centesimi la verde (1,293 euro/litro), mentre il diesel sale di 1,2 centesimi (1,137 euro/litro).

Total: rivede al rialzo di 0,9 centesimi la verde (1,294 euro/litro), e il diesel di 1,4 centesimi (1,138 euro/litro).

Marcegaglia (Confindustria): la Finanziaria è insufficiente

Emma Marcegaglia "Sulla nuova legge Finanziaria noi esprimiamo un giudizio di insufficienza". Lo ha detto il presidente ...

Crisi a Bergamo: diecimila posti perduti. L’analisi e le proposte dei sindacati

Le bandiere dei sindacati La crisi che sta attraversando il nostro territorio impone l’esigenza di ricercare tutte le strade ...