iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, De Ascentis torna da guerriero: qui per dare una mano

Di Redazione14 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Diego De Ascentis in azione

Diego De Ascentis in azione

ZINGONIA — Che tipo di giocatore è lo sappiamo tutti. Vederlo dietro al bancone delle interviste però, dopo il mancano rinnovo della passata stagione, fa un certo effetto.

Diego De Ascentis è di nuovo dell’Atalanta, dopo una decina di giorni di prova ha convinto Conte ed il suo staff diventando a tutti gli effetti uno dei disponibili per la trasferta di Udine. Vista l’emergenza, potremmo addirittura vederlo in campo dal primo minuto.

De Ascentis, il ritorno del guerriero. Sembra quasi il titolo di un film…
Nella passata stagione è scaduto il contratto, per varie vicissitudini non ho rinnovato e mi sono trovato ad aspettare un’altra opportunità. Ho continuato ad allenarmi sia di corsa che in palestra, quando mi ha richiamato l’Atalanta ho subito pensato che si potesse riallacciare il discorso: loro mi volevano, io volevo rientrare e dopo qualche allenamento di verifica eccomi di nuovo qui.

Si parlava di divergenze sulla durata del contratto, ora hai firmato solo fino a giugno…
Non era un problema di durata ma di qualche rapporto personale che è stato sistemato. Adesso sono qui a disposizione del gruppo per dare il mio contributo quando il mister avrà bisogno di me.

Con i problemi che ci sono, forse già domenica a Udine potresti giocare…
Abbiamo qualche infortunato, se Conte deciderà in questo senso io darò il massimo. Sinceramente sono arrivato con tanta grinta e disponibilità, avevo paura di essere più indietro ma visti i risultati dei test posso ritenermi soddisfatto. Sono al passo con gli altri, quindi posso scendere in campo anche se non gioco da qualche mese.

A proposito di Conte e del gruppo: come li hai trovati?
Il mister mi conosceva, da giocatori ci siamo anche affrontati. Lui vuole tanta intensità, lo ribadisce ogni giorno. Il gruppo in questo è fantastico, non si tira mai indietro e personalmente credo che la classifica rispecchi soltanto un momento di difficoltà che non eravamo abituati ad affrontare. Con il tempo ne usciremo e faremo ottime cose.

Ultima curiosità. E’ vero che sei stato vicino al Brescia?
Assolutamente no (ride, ndr). Ci sono stati contatti con alcune società ma il mio procuratore mi ha assicurato che nessuno del Brescia si è fatto avanti: come al solito sono voci messe in giro dai giornalisti.

Fabio Gennari

Livorno-Atalanta vietata ai tifosi nerazzurri

Tifosi nerazzurri in trasferta BERGAMO -- Altro giro, altro regalo. Non siamo al luna park, non c'è nulla di ...

Atalanta, il pericolo è Di Natale. Acquafresca fuori un mese

il bomber dell'Udinese Antonio di Natale BERGAMO -- E' inutile spendere troppe parole su tattica e movimenti. Udinese-Atalanta, incontro in programma domenica ...