iscrizionenewslettergif
Musica

“Per Elisa” non sarebbe di Beethoven

Di Redazione13 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Per Elisa non sarebbe stata scritta da Beethoven

Per Elisa non sarebbe stata scritta da Beethoven

È uno dei brani di pianoforte più famosi di tutti i tempi. Ma secondo una sorprendente ricerca, non sarebbe stato composto da Ludwig Van Beethoven. L’autore di “Per Elisa”, infatti, sarebbe il giovane musicologo tedesco Ludwig Nohl, che nel 1865 scoprì il manoscritto autografo con gli appunti di Beethoven a Monaco di Baviera e li rielaborò.

È questa la sorprendente tesi contenuta in una ricerca di otto anni sul rapporto tra il compositore tedesco e il pianoforte che lo studioso italiano Luca Chiantore ha presentato all’Università di Barcellona. Lo studio parte dalla constatazione che di «Per Elisa» si ebbe notizia solo 40 anni dopo la morte del maestro di Bonn e sostiene che quegli scarni appunti non corrispondono alla versione oggi conosciuta del brano.

Secondo Chiantore, Nohl avrebbe utilizzato quel manoscritto – scoperto in una collezione privata – per «comporre» un nuovo brano. «Per Elisa» è sempre stata un affascinante mistero per i musicologi. A luglio era uscita la notizia che a ispirare Beethoven sarebbe stata Elizabeth Roeckl, cantante tedesca e intima amica del compositore, e non a Therese Malfatti, figlia di un commerciante viennese, come si era sempre pensato.

La ricerca di Chiantore è stata finanziata dal Centro di servizi musicologici e di formazione musicale Musikon, con sedi a Barcellona e Valencia, di cui lo studioso italiano è direttore dal 2003.


Morte misteriosa per il cantante dei Boyzone

Stephen Gately È morto sabato Stephen Gately, il 33enne cantante dei Boyzone. Gately, che dieci anni fa ...

Music Award: 5 nomination per Jackson

Michael jackson Saranno ben cinque le nomination per Michael Jackson agli American Music Awards che saranno consegnati ...