iscrizionenewslettergif
Politica

Belpietro e Di Pietro indagati per vilipendio al Capo dello Stato

Di Redazione13 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Maurizio Belpietro e Antonio Di Pietro

Maurizio Belpietro e Antonio Di Pietro

ROMA — La vicenda ha un sapore vagamente bergamasco. Il leader dell’Italia del Valori, il senatore Antonio Di Pietro (molto legato alla nostra città personalmente e professionalmente), e il direttore di Libero, Maurizio Belpietro (già redattore del Giornale di Bergamo), sono indagati dalla procura di Roma per l’ipotesi di reato di offese al prestigio al Capo dello Stato.

Di Pietro è indagato in merito alle dichiarazioni su Giorgio Napolitano, dopo la firma alla legge sullo scudo fiscale. “Il presidente della Repubblica Giorgio Napolitano – disse Di Pietro – affermando che non poteva non firmare la legge criminale sullo scudo fiscale, ha compiuto un atto di viltà ed abdicazione”. Belpietro è indagato per un articolo di fondo comparso su “Libero” il 20 settembre del 2009 che faceva riferimento alla visita del capo dello Stato a Tokio dal titolo “La dignità dello Stato non vale un fusillotto”.

Nell’articolo si sosteneva che fu fatto ritardare il rimpatrio delle salme dei sei parà uccisi a Kabul il 17 settembre scorso per consentire il prosieguo della visita di Napolitano in Giappone. La procura ha valutato in particolare le frasi dell’articolo che facevano riferimento ad un pranzo consumato da Napolitano “che invece di prendere l’aereo a tornare a Roma è andato ad un pranzo a consumare i fusillotti a lenta lavorazione all’Armani tower”.

La procura ha chiesto l’autorizzazione a procedere nell’indagine su Di Pietro e Belpietro al ministro della Giustizia Angelino Alfano il cui parere sarà vincolante. Si tratta di una prerogativa che riguarda anche il Papa: nel settembre dello scorso anno il ministro Alfano non concesse l’autorizzazione a procedere alla procura capitolina che aveva indagato Sabina Guzzanti per le frasi pronunciate, durante la manifestazione di Piazza Navona a Roma, nei confronti del Benedetto XVI.

Il centrodestra condanna la violenza, ma boccia la mozione sull’omofobia

L'intervento del verde Pietro Vertova (in piedi, di spalle) BERGAMO -- Da una parte il centrosinistra con una mozione che condanna la violenza contro ...

Nuova Accademia Guardia di Finanza: Misiani chiede chiarimenti al ministro Tremonti

Il ministro dell'Economia Giulio Tremonti ROMA -- Con due interrogazioni, presentate da Antonio Misiani alla Camera dei Deputati e da ...