iscrizionenewslettergif
Musica

Le radio della Calabria boicottano Venditti

Di Redazione8 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonello Venditti

Antonello Venditti

Quelle frasi di Venditti proprio non sono andate giù. E stanno creando una vera e propria insurrezione radiofonica in Calabria. Tanto che le radio minacciano di boicottare i dischi del cantautore romano.

Le radio si dicono indignate per le dichiarazioni del cantautore riportate da un sito internet: “Perché Dio – ha detto durante un concerto in Sicilia il cantautore – ha creato la Calabria?”. E ancora: “Speriamo che facciano il ponte sullo stretto così la Calabria ha una ragione di esistere”. E inoltre: “In Calabria non c’è nulla, né arte e né cultura”.

Le emittenti calabresi si associano alle numerose prese di posizione istituzionali e non, condividendone i contenuti. Tanto che la direzione artistica di RBL, una delle radio più seguite della regione ha proposto alla parte editoriale l’assunzione di una iniziativa che mira a non mandare in onda dischi di Antonello Venditti “fino a che il cantautore non ritorni sui suoi passi e chieda scusa ai calabresi. Tale iniziativa, condivisa dall’intera struttura, – spiega una nota – viene estesa e proposta anche alle altre emittenti cosicché si possa levare, dalla Calabria una voce univoca di protesta”.

I Guns ‘N Roses accusati di plagio

Il cantante dei Guns, Axl Rose, in un recente concerto Due case discografiche indipendenti hanno chiesto un milione di dollari di danni al gruppo Usa ...

Prince: doppio concerto al Grand Palais

Prince in concerto E' considerato uno dei geni della musica moderna, a metà strada fra pop, funk e ...