iscrizionenewslettergif
Musica

I Guns ‘N Roses accusati di plagio

Di Redazione7 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il cantante dei Guns, Axl Rose, in un recente concerto

Il cantante dei Guns, Axl Rose, in un recente concerto

Due case discografiche indipendenti hanno chiesto un milione di dollari di danni al gruppo Usa dei Guns N’ Roses, accusandoli di plagio per aver utilizzato nel loro ultimo album “Chinese Democracy” parti di due canzoni di un musicista tedesco.

I Guns N’ Roses e l’etichetta discografica Interscope-Geffen A&M di Universal Music sono stati citati in giudizio dall’etichetta britannica Independiente e dal braccio statunitense di Domino Recording, che detiene i diritti sulle canzoni di Ulrich Schnauss.

Secondo l’accusa, che chiede un risarcimento, il cantante Axl Rose, gli altri membri dei Guns N’ Roses e i produttori dell’album avrebbero copiato parti di due canzoni di Schnauss – “Wherever You Are” e “A Strangely Isolated Place” – per un pezzo chiamato “Riad N’ the Bedouins”, presente nell’ultimo album del gruppo.

La casa discografica Interscope-Geffen A&M per ora non ha rilasciato commenti. “Chinese Democracy,” il primo nuovo album della band dopo 17 anni è uscito lo scorso novembre e ha realizzato vendite deludenti, molto lontane dai successi planetari degli album degli anni Novanta.

Oltre a Rose, unico membro originale del gruppo, gli altri attuali ed ex Guns ‘N Roses coinvolti nella causa sono il chitarrista Brian Carroll, noto come “Buckethead,” il bassista Tommy Stinson, e Robin Finck, che attualmente suona con i Nine Inch Nails.

Hit parade: Alessandra spodesta Madonna

Alessandra Amoroso La settimana scorsa, in occasione della presentazione del suo nuovo disco, era stata a Orio ...

Le radio della Calabria boicottano Venditti

Antonello Venditti Quelle frasi di Venditti proprio non sono andate giù. E stanno creando una vera e ...