iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Sport

Atalanta – Milan, Conte suona la carica: voglio corsa e spirito di sacrificio

Di Redazione3 ottobre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Antonio Conte

Antonio Conte

ZINGONIA — Grinta e determinazione non gli sono mai mancate. Ogni conferenza però permette di scoprire lati nuovi di Antonio Conte. Il suo approccio è sempre cordiale, le risposte mai banali e di fronte ad ogni domanda, anche la più scomoda, la disponibilità è totale. La sfida con il Milan ormai è alle porte. La formazione ha qualche incognita ed il tecnico non fuga ogni dubbio. Quello che però è certo sarà lo spirito: l’Atalanta non sarà inferiore a nessuno sul piano delle motivazioni.

Antonio Conte, sciolti i dubbi in ogni reparto?

In difesa giocherà Pellegrino. Bianco e Talamonti sono out, Peluso ha avuto la sua occasione e adesso tocca Maxi. Credo sia la prima dall’inizio quest’anno, se la merita perchè lavora bene e sono convinto che vicino a Manfredini sia la soluzione più adatta. Madonna e Ceravolo si contendono una maglia sulla destra, per il resto mi prendo altro tempo.

Il dubbio più importante rimane. Doni giocherà dall’inizio?

Ho tre attaccanti per due maglie. Tiribocchi, Acquafresca e Doni sono giocatori importanti, non ho ancora deciso e voglio parlare anche con loro per capire come stanno. Quello che ci tengo a sottolineare è che Doni voglio recuperarlo al 100%, adesso ha problemi ai tendini e quindi si lavora per migliorare la sua condizione. In campo o in panchina lui è la guida e il leader di questo gruppo: sarà fondamentale per noi indipendentemente dalla presenza dal primo minuto.

Arriva un Milan pieno di problemi, l’occasione è ghiotta per centrare il primo successo…

Tendo sempre a diffidare dalle squadre di livello, indipendentemente dal loro momento. E’ prevedibile che vista la situazione vogliano affidarsi alla vecchia guardia, gente che ha vinto Champions League e Mondiali mica patatine. Io poi ho talmente tante cose da valutare per la mia squadra che non posso pensare ai problemi degli altri.

Come ha visto i suoi ragazzi in questa prima settimana intera di lavoro?

Abbiamo lavorato molto, voglio grande intensità e ritmo e quindi l’aspetto fisico va migliorato. Con il Chievo appena i ritmi sono un po’ calati siamo usciti bene, contro il Milan vorrei vedere altri passi avanti. Servirà l’approccio giusto, le motivazioni sono massime e mi aspetto di vedere cuore, grinta e spirito di sacrificio. Al novantesimo faremo i conti, non firmo prima per un pari come non credo di partire battuto. Giochiamoci la partita e poi si vedrà.

Sembra sempre molto fiducioso e poco interessato alla classifica…

Stiamo costruendo una casa dalle fondamenta, come mi era già successo a Bari. Se contro Catania e Chievo avessimo vinto pensate che i problemi sarebbero scomparsi? Io voglio che pian piano l’Atalanta metta in pratica il mio gioco, lavoriamo tutti per questo ed ora non sono preoccupato dal risultato ma dal modo in cui arriva. Il lavoro alla fine paga sempre, se i punti arrivano attraverso le prestazioni andremo lontano.

Ultima battuta, ce la conceda. Ma segue una preparazione particolare ed usa delle speciali compresse per la gola? Corre e grida come un forsennato in panchina.

Vivo la gara insieme ai miei ragazzi (sorride,ndr). Mi piace farmi sentire, voglio che la squadra abbia sempre la sensazione di avermi vicino. I tifosi bergamaschi hanno grinta, ardore e passione per questa squadra. E’ il mio modo di vivere il calcio, di soffrire le gare. Certo che a Bergamo l’area tecnica è proprio piccola, dovrò stare attento a non esagerare mica che becco una nuova espulsione.

Notiziario. Paolo Bianco, operato in mattinata al braccio, starà fuori indicativamente per un mese. Proprio mentre veniva operato, sua moglie dava alla luce il piccolo Alessandro: per il difensore quindi la grande gioia per il nuovo figlio arrivato. Talamonti, Barreto e Ferreira Pinto sono out, 19 i convocati che Conte ha tenuto nel ritiro di Zingonia.

Fabio Gennari

Atalanta-Milan sfida salvezza? Per Garics no

Il terzino nerazzurro Garics in azione (foto Mariani) ZINGONIA – L’austroungarico sta tornando. Detta così qualcuno potrebbe anche spaventarsi. Però basta pensarla a tinte ...

Mondonico parte alla grande, l’Albinoleffe espugna Trieste

Emiliano Mondonico, per lui un esordio vincente (foto Mariani) TRIESTE -- Esordio positivo per il neo tecnico Emiliano Mondonico sulla panchina dell'Albinoleffe. I seriani ...