iscrizionenewslettergif
Salute

Via libera alla Ru486 negli ospedali

Di Redazione30 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La pillola abortiva Ru486

La pillola abortiva Ru486

Via libera definitivo all’uso della pillola abortiva Ru486 negli ospedali italiani. L’Aifa, l’agenzia italiana del farmaco, ha approvato il verbale della scorsa riunione del 30 luglio dove già aveva autorizzato la vendita del discusso farmaco per l’interruzione di gravidanza. Già la scorsa settimana la commissione Igiene e Sanità del Senato aveva espresso parere favorevole all’unanimità a un’indagine conoscitiva della pillola abortiva Mifegyne.

La pillola abortiva, bloccando l’azione progestinica sui recettori, inibisce lo sviluppo embrionale, causa il distacco e l’eliminazione della mucosa uterina. Il tutto avviene in un processo assimilabile ad una mestruazione. Attraverso un’ecografia si verifica che la gravidanza sia intrauterina e che l’epoca di gestazione sia inferiore a sette settimane. Il ginecologo somministra mifepristone. Se due giorni dopo non si è verificata l’espulsione della mucosa e dell’embrione, viene somministrata una prostaglandina che induce contrazioni uterine. Dopo una decina di giorni, la paziente torna in ospedale per la verifica ecografica dell’avvenuta interruzione.

L’elisir di lunga vita? Mangiare fiori e piante

Uno splendido esemplare di glicine L'elisir di lunga vita? Mangiare fiori e piante spontanee. E' il segreto di Libereso Guglielmi, ...

Arriva Klaira, la pillola “naturale”

La nuova pillola Da questa settimana nelle farmacie italiane è in vendita una nuova pillola anticoncezionale. Si chiama ...