iscrizionenewslettergif
Isola

Ventenne di Bonate muore in moto sulla Briantea

Di Redazione30 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Inutile l'intervento dell'ambulanza

Inutile l'intervento dell'ambulanza

PONTE SAN PIETRO — Ennesima tragedia della strada. Ed ennesima morte di un ragazzo, molto giovane. Si chiamava Walter Donizetti. Aveva 20 anni ed era di Bonate Sopra. Abitava al 22 di via Baggi. Ieri notte stava percorrendo la Briantea, in territorio di Ponte San Pietro, in direzione di Lecco. La sua vita si è fermata lì, poco dopo la villa Mapelli.

La Polizia stradale di Treviglio, intervenuta sul posto, lo ha trovato riverso sull’asfalto. Gli agenti che si sono avvicinati hanno trovato una vita svanita. Poco più in là la sua motoretta, una Vespa della Piaggio. Quella dell’inno alla gioia e alla spensieratezza cantata da Cesare Cremonini. Era in pezzi, schiantata contro il guardrail.

E’ difficile indagare sulla morte di un ragazzo di 20 anni. Perché mai morte dovrebbe far rima con gioventù. Ma la Polstrada ha un dovere da compiere. Gli agenti credono che il ragazzo, per qualche arcano motivo, abbia fatto tutto da solo. Una caduta fatale, insomma, alle 3 e 20 del mattino.

Forse era sovrappensiero. Forse ha azzardato troppo. Forse stava pensando a quel lavoro che non c’é, è che sta ammazzando la voglia di vivere delle nuove generazioni. Forse, chissà. Walter è stato trasportato nella camera mortuaria del cimitero di Ponte San Pietro. Tre anni fa un suo fratello era morto in un incidente stradale in moto.

Cisano: bimbo dimenticato sullo scuolabus per due ore

Uno scuolabus CISANO -- Un bambino di tre anni e mezzo, di origine extracomunitaria, è rimasto chiuso ...

Stati generali dell’Isola: dalle infrastrutture 8000 nuovi posti di lavoro

Da Pedemontana e Brebeni 8000 posti di lavoro nell'indotto FILAGO -- Dalle grandi infrastrutture in corso di costruzione nell'Isola bergamasca arriveranno 800o posti di ...