iscrizionenewslettergif
Lettere

Matteo Rossi (Pd): solidarietà ai lavoratori Tenaris

Di Redazione29 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Matteo Rossi

Matteo Rossi

Gentile direttore,

L’annuncio delle scelte industriali e organizzative della Tenaris Dalmine e delle loro pesanti ricadute occupazionali sui siti produttivi di Dalmine e Costavolpino sono una chiara e ulteriore conferma che la crisi economica non è per nulla alle nostre spalle e che sono ancora gravi le ricadute sociali che essa comporta. Preoccupa davvero che la Tenaris Dalmine, azienda simbolo dell’economia bergamasca, sino a un anno fa con buone prospettive di lavoro e sviluppo, ora ricorra al ridimensionamento dei posti di lavoro e probabilmente dei rami produttivi.

L’auspicio è che si apra un confronto positivo con l’obiettivo della salvaguardia del maggior numero possibile di lavoratori e siano individuate soluzioni alternative al licenziamento. Per 836 famiglie bergamasche, infatti, il futuro è ancora più nero di quel che si poteva immaginare, e questa situazione, lungi dall’essere sottovalutata o affrontata con stupidi e immotivati ottimismi, richiede il massimo di impegno e concretezza da parte di tutte le Istituzioni del nostro territorio. Alla famiglie e ai lavoratori, ai quali va tutta la nostra solidarietà, vogliamo dire che non mancherà il nostro contributo.

A questo proposito voglio ribadire le richieste avanzate durante l’ultimo Consiglio Provinciale al Presidente Pirovano:
– Aumentare il contributo della Provincia al fondo di solidarietà per i lavoratori e le lavoratrici che non usufruiscono degli ammortizzatori sociali;
– Operare per un contenimento delle tariffe dei servizi pubblici prevedendo una fascia di esenzione per le famiglie monoreddito, a basso reddito e nei confronti dei giovani disoccupati;
– Favorire accordi con gli operatori commerciali a sostegno del potere d’acquisto per i generi di largo consumo;
– Rilanciare la politica attiva del lavoro svolta dai Centri per l’impiego finalizzata a sostenere percorsi individuali e collettivi per il reinserimento nel mercato del lavoro di soggetti deboli quali le donne, i disoccupati over 40, i lavoratori in mobilità o in cassa integrazione speciale;

Matteo Rossi
Consigliere provinciale
Partito democratico

Ghiaie: se la politica viene prima di una scuola

Una scuola elementare Buongiorno Direttore, sono un cittadino della frazione delle Ghiaie di Bonate Sopra e cortesemente desidero portare ...

Anghileri: dieci suggerimenti per Tentorio

Giuseppe Anghileri, già candidato sindaco per la Lista Ama Bergamo Gentile Direttore, vorrei intervenire sul suo giornale per fare alcune considerazioni sul piano di governo del ...