iscrizionenewslettergif
Salute

L’elisir di lunga vita? Mangiare fiori e piante

Di Redazione28 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Uno splendido esemplare di glicine

Uno splendido esemplare di glicine

L’elisir di lunga vita? Mangiare fiori e piante spontanee. E’ il segreto di Libereso Guglielmi, botanico di 84 anni che ispirò Italo Calvino. Secondo l’esperto molte specie floreali, oltre ad essere salutari per il corpo e per la mente, sarebbero un ottimo pasto, in grado di far crescere l’aspettativa di vita.

Il glicine, l’acacia e il sambuco sono perfetti fritti o nell’insalata, sostiene Guglielmi. Il tulipano o l’ibisco, poi, sono ottimi imbottiti con del formaggio morbido. L’ortica è per la diuresi (ma non provate a mangiarla cruda).

Secondo l’esperto, “esiste una varietà incredibile di piante commestibili che non conosciamo e che dovrebbero entrare a far parte della nostra dieta”. E lo dice uno che è arrivato alla veneranda etù di 84 anni davanti alla platea di medici, nutrizionisti, scienziati, tecnici del fitness e del wellness riuniti al Festival della Salute di Roma.

Influenza A: in Lombardia 1,4 milioni di vaccini

La Lombardia si prepara ad affrontare la nuova influenza Di vaccinare tutti gli studenti per l'influenza suina non se ne parla. E nemmeno di ...

Via libera alla Ru486 negli ospedali

La pillola abortiva Ru486 Via libera definitivo all'uso della pillola abortiva Ru486 negli ospedali italiani. L’Aifa, l'agenzia italiana del ...