iscrizionenewslettergif
Politica

Corteo pro-Impastato: centrosinistra schierato al gran completo

Di Redazione25 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Peppino Impastato

Peppino Impastato

updated PONTERANICA — Sono attese almeno cinquemila persone sabato pomeriggio a Ponteranica, per la manifestazione a favore di Peppino Impastato. Falliti tutti i tentativi di mediazione e l’ultima proposta dell’amministrazione comunale che suggeriva la doppia intitolazione della biblioteca, il confronto passa in strada, con il centrosinistra deciso a mostrare i muscoli, in senso figurato, al sindaco leghista, Cristiano Aldegani, reo di aver rimosso la targa al giornalista di sinistra ucciso dalla mafia nel ’78.

Tuttavia non sarà una manifestazione a carattere politico o ideologico, tengono a sottolineare gli organizzatori della manifestazione: Casa Memoria di Cinisi, nel Palermitano, il comitato di Ponteranica pro Impastato e l’associazione Libera.

Sul palco ci sarà Danilo Di Biasio di Radio Popolare e in collegamento telefonico da Roma – di Salvatore Borsellino. Durante la manifestazione proseguirà la raccolta firme per il riposizionamento della targa a Impastato. Firme che sono arrivato per ora a 1000 e che verranno inviate al ministro Maroni.

La manifestazione comincerà alle 14.30, da piazza Matteotti. Il corteo si snoderà per le vie di Ponteranica. Presente il segretario nazionale di Rifondazione Comunista Paolo Ferrero, “contro la politica xenofoba e razzista della Lega” ha fatto sapere. Accanto a lui ci sarà Giovanni Russo Spena, ex capogruppo del Prc al Senato dove fu relatore del comitato sulla Verità per Peppino Impastato all’interno della commissione Antimafia nella penultima legislatura, e Ezio Locatelli, ex deputato e attuale segretario provinciale del Prc.

I toni sono già piuttosto accesi. In un comunicato, gli esponenti di Rifondazione fanno sapere che “di fronte all’ennesima provocazione che ancora una volta dice della natura fascistoide e reazionaria della Lega le risposte da dare devono essere di grande fermezza. La giornata di sabato, oltre che una grande manifestazione, dovrà segnare anche l’inizio di una nuova partenza, di una rimobilitazione democratica che unisca Nord e Sud contro il populismo e i rigurgiti reazionari della Lega e delle destre in generale”.

Alla manifestazione sarà presente anche la Cgil, che per bocca di Francesca Seghezzi della segreteria provinciale annuncia la piena adesione del sindacato al corteo: “Altro che dedicare la biblioteca ad una personalità più vicina al nostro territorio: il fatto è che la lotta alla mafia riguarda anche noi lombardi, non solo gli italiani che vengono dal sud del Paese”.

Questo pomeriggio il Partito democratico ha reso noto la sua completa adesione alla manifestazione, così come i consiglieri comunali del centrosinistra di Bergamo aderiranno al gran completo.

Disordini stadio: l’Amministrazione comunale esprime solidarietà alla Polizia

Un reparto della Polizia in servizio di ordine pubblico allo stadio BERGAMO -- Mentre in tribunale si prepara il processo ai 3 ultrà atalantini accusati di ...

La Cgil sui guai di Abm2: noi l’avevamo detto

La Cigl esprime i suoi dubbi su Abm2 BERGAMO -- Dopo l'annuncio del presidente Ettore Pirovano di una drastica revisione alle società delle ...