iscrizionenewslettergif
Sport

Spogliatoi, Conte guarda avanti. Più di questo ora non si può fare

Di Redazione23 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mister Antonio Conte (foto Mariani)

Mister Antonio Conte (foto Mariani)

BERGAMO – Le prime parole di Antonio Conte nel dopo gara sono chiare, dirette, pesanti.

L’Atalanta vista contro il Catania ha messo in campo tutto ciò che aveva, troppo poco per vincere e per tenere i ritmi che il mister chiede alle sue formazioni.

“Credo che questa squadra – dichiara Conte – sia condizionata dal negativo avvio di stagione. Quando perdi quattro partite di file è normale che subentri un po’ di paura, questo punto però lo prendo con grande serenità. L’Atalanta stasera ha dato tutto quello che aveva in corpo, ringrazio i ragazzi e ripeto che adesso sono nelle loro mani: nelle prossime due gare prima della sosta dovremo cercare di portare a casa il massimo”.

Due giorni alla guida dei nerazzurri, un’idea di gioco appena abbozzata sul campo che richiede ancora parecchio lavoro.

“Mi piace iniziare l’azione da dietro, serve del tempo per dare ai giocatori le mie indicazioni. Uno dei problemi principali credo riguardi il ritmo: hanno dato tutto ma c’è da lavorare sotto quell’aspetto perché le mie squadre devono muoversi con maggiore intensità e velocità”.

Avanti con fiducia e lavoro quindi? Conte conferma che è l’unica squadra percorribile.

“Allenamento sul campo, recupero degli infortunati ed un po’ di tempo per lavorare tutti insieme. Devo ringraziare il pubblico, ci ha sostenuto a gran voce dandoci una grossa spinta. Qui fuori ho visto una scritta che sento molto mia: la maglia sudata, sempre. Stasera i miei ragazzi l’hanno fatto, sono sicuro che partita dopo partita miglioreremo”.

Ultima curiosità, l’espulsione. “Non ho insultato nessuno -chiude Conte- , sicuramente sono uscito dall’area tecnica trasportato dal momento. Credo sia stato esagerato mandarmi fuori, ha deciso il quarto uomo e adesso spero non arrivi lasqualifica: sarebbe una beffa”.

Fabio Gennari

Atalanta, col Catania finisce 0-0 e arriva il primo punto

Jaime Valdes, positiva la sua prova contro il Catania (foto Mariani) BERGAMO – Doveva essere la serata del riscatto. E' arrivato il primo punto della stagione ...

Valdes il migliore, bene anche Doni e Padoin. Mistero Acquafresca

Guarente e Bianco contro il Catania (foto mariani) BERGAMO -- Dare dei giudizi, soprattutto dopo la desolante prestazione di Bari, è difficile. Troppo facile ...