iscrizionenewslettergif
Sport

Albinoleffe, altro tonfo. Il Piacenza passa al Comunale

Di Redazione20 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
I giocatori seriani sconsolati al temrine della gara (foto Mariani)

I giocatori seriani sconsolati al temrine della gara (foto Mariani)

BERGAMO – Adesso è crisi nera. Quando fai la partita, crei occasioni, sfiori la rete in diverse circostanze e perdi su autorete nell’unico tiro in porta degli avversari significa che oltre ai tuoi limiti devi superare anche la sfortuna.

Il Piacenza vince per 1-0 contro l’Albinoleffe di mister Madonna dopo novanta minuti di catenaccio vecchio stile. Ai ragazzi di Madonna restano le buone occasioni non sfruttate e quell’incrocio di Serafini sul filo di lana che grida ancora vendetta.

Appellarsi solo alla malasorte sarebbe un errore, questa squadra ha collezionato solo un punto in cinque partite ed è evidente che ha qualche problema. Forse più di testa che di gambe, anche contro gli emiliani si sono viste buone cose per una ventina di minuti dopo di che c’è stato un po’ di blackout.

Serafini al 9′ e Cellini al 12′ scaldavano il pubblico del Comunale, Ruopolo al 13′ incornava fuori l’ottimo cross di Foglio per una squadra in controllo della gara capace anche di pungere dalle parti di Puggioni.

Al 24′ però arrivava la beffa, Guzman dalla destra metteva in mezzo una punizione senza pretese, la capocciata di Ruopolo sotto la pioggia battente spediva il pallone dove l’esordiente Pelizzoli non poteva arrivare.

A cavallo dei due tempi il momento peggiore degli uomini di Madonna, Passoni a centrocampo non riusciva mai a cambiare marcia mentre qualcosa in più si è visto con l’ingresso di Geroni.

Al 66′ l’ottimo Grossi trovava la strepitosa respinta di Puggioni, due minuti più tardi proprio Geroni dal cuore dell’area mandava il pallone in curva sud e nell’assalto finale, con Sala e Serafini centravanti aggiunti, era proprio l’ex epurato Serafini a centrare un clamoroso legno sugli sviluppi di un corner.

Dai giovani non si può pretendere troppo, l’Albinoleffe ha bisogno della personalità e del contributo decisivo dei suoi uomini migliori: Ruopolo, Previtali, Cellini e gli altri giocatori d’esperienza devono prendersi sulle spalle la nave ed evitare che affondi.

Albinoleffe – Piacenza 0-1

Reti: 24’  aut. Ruopolo(A)
Albinoleffe: Pelizzoli, Perico, Sala, Serafini, Piccinni (46’ Cia), Grossi (30’st Torri), Previtali, Passoni(60’ Geroni), Foglio, Ruopolo, Cellini. All. Madonna
Piacenza: Puggioni, Rincon, , Zammuto, Avogadri, Iorio, Capogrosso (84’ Tonucci), Wolf, Bianchi (68’’st Sambugaro), Guzman (75’ Graffiedi), Nainggolan, Simon. All. Castori.

Fabio Gennari

Madonna ci mette la faccia, il ds Valoti esclude ribaltoni

Uno sconsolato Armando Madonna (foto Mariani) BERGAMO – Lui la faccia ce la mette sempre. Bagnato come un pulcino, Armando Madonna ...

Atalanta umiliata dal Bari, adesso Gregucci rischia

Angelo Gregucci (foto Mariani) BARI – Un disastro. Doveva essere l'inizio della risalita. Avversario alla portata, occasione da sfruttare, i ...