iscrizionenewslettergif
incubatore-728x90gif
Bergamo

Sparò e uccise l’ex fidanzato: rumena condannata a 9 anni

Di Redazione18 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo

Il tribunale di Bergamo

BERGAMO — E’ stata condannata a 9 anni e 4 mesi di reclusione Mirela Popovici, la romena che il 12 marzo 2009 uccise a Sabbio l’ex findazato 23enne Laurentiu Florin Sava.

La donna, 23 anni, è stata giudicata con rito abbreviato. Il giudice per l’udienza preliminare Bianca Maria Bianchi le ha concesso le attenuanti generiche e della provocazione.

La vicenda aveva destato scalpore. L’uomo era stato arresto per aver rubato in casa della donna e aver tentato di estorcerle denaro. Due giorni dopo era uscito dal carcere con il divieto di restare in Bergamasca. Nel marzo scorso l’uomo aveva raggiunto l’ex fidanzata nella casa di Sabbio minacciandola, per obbligarla a riprendere la relazione. Lei, per contro, gli aveva sfilato la pistola dal giubbotto e gli aveva sparato. Un colpo solo fatale collo.

Dopo l’omicidio, la donna si era subito costituita ai carabinieri di Dalmine. Nell’appartamento, i militari dell’Arma avevano trovato il giovane agonizzante, con addosso solo i pantaloni del pigiama. Nonostante l’intervento del 118 l’uomo è morto.

Frattini, domani corteo dei lavoratori in centro città

I lavoratori della Frattini in corteo CENTRO CITTA' -- Corteo dei lavoratori della Frattini di Seriate domattina in centro città per ...

Maltempo: fine settimana con temporali e piovaschi

Sarà un fine settimana caratterizzato dalla pioggia BERGAMO -- Sarà un fine settimana all'insegna del maltempo quello che sta per arrivare. Dopo ...