iscrizionenewslettergif
Prima periferia

Minacciava la famiglia con un coltello: marocchino arrestato dai Carabinieri

Di Redazione18 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Ennesimo intervento provvidenziale dei Carabinieri

Ennesimo intervento provvidenziale dei Carabinieri

DALMINE — Ha minacciato moglie e figlia con un coltello, dopo una lite fatta di botte e minacce. Peccato che la sua abitazione fosse a un tiro di schioppo dalla caserma dei Carabinieri. Tanto che un militare dell’Arma che sentite le urla è intervenuto e, con un collega ha arrestato l’aggressore.

Si tratta di un marocchino di 50 anni residente in un’abitazione di via Fermi a Dalmine. L’uomo prima insultato la moglie. Poi non contento se l’è presa anche con la figlia di 16 anni. E’ andato in cucina e in preda alla furia ha impugnato un coltello e ha iniziato a minacciarle. Il tutto avveniva sotto gli occhi terrorizzati di un altro figlio piccolo, un bimbo di 5 anni.

Per fortuna, nel contempo, nella vicina caserma dei Carabinieri, il pianto ha aperto a un cittadino che doveva sporgere denuncia e ha sentito le grida provenire dall’abitazione vicina. Subito ha dato l’allarme e una pattuglia dell’Arma si è recata a casa del marocchino, ancora furibondo. L’extracomunitario è stato arrestato per maltrattamenti in famiglia.

Aeroporto: cambiano le traiettorie di decollo sulla città

Un aereo della Ryanair in decollo ORIO AL SERIO -- Da giovedì prossimo, all'aeroporto di Orio al Serio si sperimenterà una ...

Oriocenter: un minuto di silenzio per i parà uccisi

L'interno dell'Orio Center ORIO AL SERIO -- Attività ferme e un minuto di silenzio. Così Oriocenter oggi commemora ...