iscrizionenewslettergif
Politica

Vicenda Myair: interrogazione parlamentare di Misiani e Sanga

Di Redazione15 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani

Il deputato bergamasco del Pd Antonio Misiani

BERGAMO — Con un’interrogazione parlamentare depositata oggi Antonio Misiani e Giovanni Sanga, deputati bergamaschi del Pd, sollecitano l’intervento del ministro dei Trasporti in merito alla vicenda Myair.

La sospensione della licenza di volo, decisa da ENAC il 23 luglio, ha provocato gravi disagi a migliaia di clienti che avevano acquistato e pagato anticipatamente i biglietti ma non hanno avuto la possibilità di utilizzarli a causa dello stop ai voli della compagnia. Al ministro Matteoli, Misiani e Sanga chiedono di sapere “quali interventi intende assumere al fine di rendere giustizia ai viaggiatori Myair che in perfetta buona fede si sono affidate a una compagnia aerea ufficialmente riconosciuta e controllata da un ente dello Stato italiano”.

I due parlamentari chiedono anche chiarimenti sull’operato di Enac, che ha deciso la sospensione della licenza di volo in piena stagione estiva, pur essendo note da alcune settimane le gravi difficoltà della compagnia aerea.

Secondo Antonio Misiani “come avevamo preannunciato, con l’interrogazione presentata oggi vogliamo sollecitare il ministro Matteoli a farsi carico della questione Myair, che ha danneggiato migliaia e migliaia di cittadini. E’ necessario che il governo si attivi per tutelare i loro diritti, a partire dal rimborso dei biglietti pagati e non utilizzati e dal risarcimento dei danni materiali e morali che hanno subìto”.

La proposta della Lega: intitolare una via di Bergamo a Oriana Fallaci

Oriana Fallaci BERGAMO -- Appassionati di politica e polemiche segnatevi questa data: 28 settembre. Sì perché quella ...

Paganoni-Belotti: scambio di battute al vetriolo in consiglio comunale

Un momento del consiglio comunale BERGAMO -- I due personaggi sono belli tosti. Forse i più tosti dell'intera assemblea. E ...