iscrizionenewslettergif
Sport

Gregucci è sicuro: questa squadra si salverà con me in panchina

Di Redazione13 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tecnico nerazzurro Gregucci

BERGAMO – Commentarla, una partita così, è davvero dura. Quando poi sei uno dei protagonisti e il novantesimo è passato da poco diventa quasi impossibile.

Cristiano Doni in sala stampa ci prova. Il capitano non viene spesso a parlare con i giornalisti ma quando la classifica piange in questo modo è impossibile non farlo.

“Persino il pareggio oggi mi avrebbe lasciato un po’ così – attacca Doni – perché meritavamo di più. Non mi piace tirare in ballo la sfortuna, però già contro il Genoa avevamo fatto bene e contro la Sampdoria di occasioni ne abbiamo avute. Due pali, la rete annullata per fuorigioco, alcune parate decisive di Castellazzi: episodi pesanti che se girano a favore portano al successo”.

Certo che trovarsi a quota zero dopo tre gare è dura. “Certamente la classifica è difficile – chiude il capitano – però dobbiamo andare avanti, lavorare ancora di più e cercare di fare il meglio. Uomini e modulo li decide il mister, noi dobbiamo pensare a scendere in campo per cercare gol e punti per la classifica: oggi ci siamo andati vicini, anche io ho avuto delle occasioni ma è andata male”

Dopo il leader tocca al condottiero. Angelo Gregucci si presenta davanti ai taccuini con piglio deciso, l’Atalanta ha perso ancora ma il mister ci crede.

“Vedo i miei giocatori che dopo un gran lavoro in settimana ed una gara condotta in questo modo si trovano con in mano una sconfitta. In qualche occasioni siamo stati poco incisivi ma direi che la sfortuna questa volta è risultata decisiva”

Un buon inizio, un finale incredibile ed una disattenzione pagata molto cara. “Siamo partiti con grande intensità, Cassano e Pazzini erano bloccati e riuscivamo a proporci. Ho visto un calo nel finale di tempo, dopo l’espulsione di Tissone ci è mancata un po’ di lucidità e nel finale avete visto tutti quanto abbiamo prodotto alla ricerca del pareggio”.

Tre partite, tre sconfitte. Gregucci si sente sicuro al suo posto? “Raggiungeremo la salvezza ed io sarò alla guida – chiude il tecnico con orgoglio- perché l’Atalanta ha valori importanti e ragazzi in gamba”.

Fabio Gennari

Atalanta, che sfortuna: contro la Samp terzo ko consecutivo

La delusione di Simone Padoin BERGAMO -- Siamo ancora fermi a zero. Nessun gol fatto, niente punti in classifica. Un'Atalanta generosa ...

Atalanta-Sampdoria: bene Ceravolo e Caserta. Male Acquafresca, preoccupa Guarente

Tiberio Guarente, la sua involuzione rispetto al passato preoccupa BERGAMO -- Una buona prestazione. Non è arrivato il risultato positivo tanto atteso, i giocatori ...