iscrizionenewslettergif
Bergamo

Sabato sit-in contro l’omofobia in Piazza Matteotti

Di Redazione10 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Una manifestazione di protesta

Una manifestazione di protesta

CENTRO CITTA’ — Sabato pomeriggio alle 17 in Piazza Matteotti a Bergamo, manifestazione di protesta contro l’omofobia organizzata da diverse associazioni della bergamasca.

“In seguito alle recenti aggressioni a sfondo omofobo avvenute a Roma e in altre città italiane – spiegano gli organizzatori – Elisa Radesca e Laura Liverani, due giovani bergamasche, hanno lanciato su Facebook l’iniziativa di un sit-in per ribadire la condanna di ogni forma di violenza e discriminazione basata sul genere o sull’orientamento sessuale”.

“Al sit-in si partecipa da liberi cittadini – tengono a sottolineare gli organizzatori – sotto un’unica bandiera che è quella coi colori dell’arcobaleno”. Speriamo che ci riescano perché, nonostante i buoni propositi, il rischio concreto è quello di buttarla di nuovo in politica. La scelta della location, Piazza Matteotti, praticamente davanti a Palafrizzoni, sede del Comune e dell’amministrazione di centrodestra, non è un segnale incoraggiante.

All’iniziativa, “nata spontaneamente in rete e senza nessuna connotazione partitica” precisano gli organizzatori, hanno voluto aderire numerose associazioni e organizzazioni bergamasche. Tra queste: Arcigay Bergamo Cives, Arcilesbica XX Bergamo, Bergamolaica, Cgil, Gravid@mente, Ife, Uaar, Arci, Rete Lenford, Progetto Radio X e Pacì Paciana. Parteciperanno inoltre al sit-in i Giovani Democratici, Rifondazione Comunista, Verdi e Prc forum donne.

Elisa Radesca e Laura Liverani hanno anche scritto una lettera al sindaco di Bergamo Franco Tentorio e al presidente della Provincia Ettore Pirovano, affinchè partecipino all’iniziativa sostenendo la denuncia di ogni atto di violenza, odio e omofobia.

Sono 400 le persone che finora hanno dato la loro adesione all’iniziativa. La cosa peggiore che potrebbe capitare a una manifestazione del genere, che ha tutti i connotati della serietà, è che il sit-in si trasformasse in una “baracconata carnevalesca” come è accaduto in altri casi. Buona magari per far parlare i giornali, ma lontana anni luce dalle intenzioni degli organizzatori.

Esami di riparazione, primi risultati: 10 per cento di bocciati

Uno sguardo ansioso ai risultati "E vabbè ripeterò l'anno". Paolo ha appena visto il tabellone degli esami di riparazione e ...

Zanzara tigre: nuova disinfestazione in città

La disinfestazione dei fossati BERGAMO -- Nuovo intervento di disinfestazione ad ampio raggio da parte del Comune. Dopo i ...