iscrizionenewslettergif
Università

Elezioni Rettore: Paleari in testa, ma serve una nuova votazione

Di Redazione9 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
La sede universitaria di Caniana

La sede universitaria di Caniana

updated Primo esito alle elezioni per il nuovo Rettore dell’Università di Bergamo. Dallo scrutinio delle schede Stefano Paleari è risultato in netto vantaggio sugli avversari. Tuttavia non è riuscito ad ottenere la maggioranza assoluta che gli avrebbe consentito di vincere al primo turno. Si tornerà dunque a votare lunedì 14 settembre.

Paleari ha ottenuto 174 voti contro i 188 che gli servivano per chiudere subito la partita. Molto distanziati gli altri candidati. Maurizio Gotti ha ottenuto 85 voti. Marida Bertocchi si è fermata a 59, mentre Riccardo Leoni ha ottenuto 18 preferenze.

Il dato dell’affluenza quest’oggi al seggio di via dei Caniana è stato molto alto: 92,5 per cento degli aventi diritto.

Su 374 aventi diritto, i votanti sono stati ben 346. Come prevedibile, hanno votato anche il rettore uscente, Alberto Castoldi, e i 4 candidati alla successione: Marida Bertocchi, Maurizio Gotti, Riccardo Leoni e Stefano Paleari.

Lo statuto prevedeva in prima battuta, la maggioranza assoluta degli aventi diritto al voto. Per vincere dunque un candidato doveva raggiungere almeno 188 voti. Così non è stato. Quindi si procederà a nuova votazione lunedì 14 settembre, sempre dalle 9 alle 16 nell’aula 16 di via dei Caniana.

Qualora la maggioranza assoluta degli aventi diritto non fosse raggiunta si andrà a nuova elezione mercoledì 16 settembre. In quell’occasione basterà la maggioranza assoluta dei votanti. Se così non fosse il 18 settembre si terrà il ballottaggio tra i due candidati che nell’ultima votazione avranno riportato il maggior numero di voti.

Chiunque sarà il vincitore, si troverà ad amministrare una realtà molto complessa. L’eredità lasciata da Castoldi è una città nella città. Un’università che in 10 anni ha decuplicato le sue risorse tra patrimonio immobiliare e budget, passando dai 30 miliardi di lire del 2000 ai 160 milioni di euro attuali. Mentre gli spazi sono triplicati passando da 15 a 50mila metri quadrati, che arriveranno a 80mila con i nuovi spazi al Kilometro Rosso, la sistemazione di un edificio vicino all’ex centrale Enel di Dalmine, la riqualificazione del collegio Baroni e le palazzine agli Ospedali Riuniti. E poi, sei facoltà con 15mila studenti e altre tremila matricole iscritte del nuovo anno accademico (dato parziale) soprattutto nelle facoltà scientifiche.

E adesso al voto: domani le elezioni del nuovo Rettore

La sede universitaria di via dei Caniana La macchina elettorale comincia a girare. Domani, nella sede universitaria di via dei Caniana, si ...

Giornate convulse fra elezioni, test e 3000 matricole

La sede di Piazza Vecchia Mentre i candidati alla cattedra di Rettore studiano le loro strategie in vista della consultazione ...