iscrizionenewslettergif
Spettacoli

Lutto nella televisione: è morto Mike Bongiorno

Di Redazione8 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Mike Buongiorno con la moglie (Foto Mariani)

Mike Bongiorno con la moglie (Foto Mariani)

Se n’è andato uno dei più grandi, forse il più grande. La televisione italiana perde uno dei suoi padri più conosciuti e famosi: Mike Bongiorno. Il popolare presentatore è deceduto durante una breve vacanza a Montecarlo, colto da infarto. A darne notizia è stato il telegiornale di Sky, l’emittente per la quale Bongiorno avrebbe dovuto condurre un nuovo telequiz, dopo aver recentemente abbandonato il gruppo Mediaset, di cui era stato da sempre uno dei principali volti.

Il decano dei presentatori aveva 85 anni è morto nella sua casa del Principato. Proprio lunedì il popolare conduttore era partito da Milano per trascorrere un breve periodo di riposo prima di tuffarsi nella nuova avventura televisiva sulle reti di Murdoch.

«Mi dispiace molto, era un amico, scompare un grande protagonista della storia della tv italiana» ha commentato a caldo Silvio Berlusconi, che negli anni Ottanta riuscì ad ingaggiarlo strappandolo alla Rai. «Sognava di diventare senatore», ha aggiunto il premier.

Unanime il cordoglio del mondo della televisione. Italoamericano nato da emigranti a New York, Mike Bongiorno ha accompagnato la nascita della televisione in Italia. E’ stato lui infatti a presentare la prima trasmissione in onda dalla TV di Stato italiana (RAI), cioè “Arrivi e partenze”. Innumerevoli le trasmissioni condotte da Mike, molte delle quali sono entrate a pieno titolo nella storia della televisione. Da “Lascia o raddoppia?” a “Rischiatutto” e “Scommettiamo”. Alla fine degli anni Settanta Bongiorno ha contribuito alla nascita della tv commerciale di cui per tre decenni è stato un protagonista assoluto.

E’ bergamasca la nuova fiamma di Sgarbi

La bergamasca Selina a Venezia al fianco di Vittorio Sgarbi E' arrivato con una donna bella e appariscente al fianco, sul tappeto rosso come fosse ...

“Opera mobile” in via XX Settembre

Teatro di strada e lirica protagonisti in via XX Settembre Era l’estate del 2008 quando tre artisti residenti a Neuchâtel, in Svizzera, hanno chiesto al ...