iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta, Gregucci suona la carica: domenica dobbiamo far punti

Di Redazione8 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Il tecnico nerazzurro Angelo Gregucci (foto Mariani)

Il tecnico nerazzurro Angelo Gregucci (foto Mariani)

ZINGONIA – Rispetto per l’avversario, fiducia nei propri mezzi e massima attenzione. La ricetta di Angelo Gregucci per la sfida di domenica prossima contro la Sampdoria è semplice, l’obiettivo è quello di smuovere lo zero in classifica.

Alla ripresa degli allenamenti il tecnico atalantino pensa solo a come preparare i suoi ragazzi nel miglior modo possibile, aspetta il rientro dei nazionali Garics, Radovanovic e Barreto e guarda avanti senza paura.

Mister, dopo due sconfitte urge smuovere la classifica.
Credo che il nostro zero in graduatoria non rispecchi i valori che abbiamo espresso. Meritavamo almeno due punti contro Lazio e Genoa, adesso arriva la Sampdoria e dobbiamo portare a casa qualcosa. L’Atalanta ha tutti i mezzi per affrontare ogni avversario a viso aperto, le nostre fortune arriveranno dalla lotta su ogni pallone e dall’intensità. In questo società, squadra e pubblico devono essere uniti.

Certo che il trittico iniziale non vi ha favorito finora.
Io rispetto tutti ma non ho paura, abbiamo i mezzi per fare bene. La Sampdoria in avanti ha una coppia importante, Cassano e Pazzini vanno affrontati cercando di raddoppiare sempre e lavoriamo per questo. In questi giorni valuteremo i nazionali, dovrò considerare minuti giocati e viaggi sostenuti e poi deciderò.

La presenza di Costinha nell’ultima amichevole in questo senso è un segnale?
Direi di no, ha giocato contro il Pergocrema perchè numericamente eravamo un pò in difficoltà.

Ferreira Pinto è indietro, Madonna è infortunato. Ceravolo potrebbe essere la novità sulla fascia?
L’ho provato giovedì scorso in amichevole, ha grande velocità e attacca lo spazio. E’ un’opzione, la nostra ricerca del fondo sarà importante su entrambe le fasce perchè i palloni messi da quella zona penso siano il meglio per i nostri attaccanti.

Che saranno sempre due compreso Cristiano Doni?
Sicuramente si, lui per me è una punta.  Il capitano sta’ recuperando, è sulla strada giusta e come sempre lo terrò in massima considerazione.

Sampdoria forte in avanti che però dietro concede qualcosa.
E’ vero che finora nelle gare ufficiali ha sempre subito gol però questo non significa che in difesa abbiano problemi. Cercheremo di avvolgerli in velocità, dal punto di vista della manovra si può fare meglio ma credo che la strada sia quella intrapresa contro Lazio e Genoa.

Dovesse arrivare un nuovo stop, le critiche aumenterebbero. Questo la preoccupa?
Se fosse così non dovrei fare l’allenatore ma il giornalista. In questi momenti gli isterismi vanno lasciati da parte, ci vogliono equilibrio e grande attenzione nella preparazione della gara. I punti servono sia alla classifica che all’autostima dei miei giocatori, lavorare con una situazione di classifica migliore rende tutto più facile.

Fabio Gennari

Atalanta-Sampdoria, l’emozionante ritorno a Bergamo di Luigi Del Neri

Luigi Del Neri BERGAMO – Il suo “concetto” eravamo abituati ad ascoltarlo dal bancone di Zingonia. Baffo ordinato, ...

Atalanta, parla Padoin: contro la Sampdoria sarà battaglia

Simone Padoin(foto Mariani) ZINGONIA -- Domenica contro la Sampdoria sarà una battaglia.Il tecnico Gregucci ha ribadito come intensità ...