iscrizionenewslettergif
Sport

Atalanta-Sampdoria, l’emozionante ritorno a Bergamo di Luigi Del Neri

Di Redazione7 settembre 2009 Decrease Font Size Increase Font Size Dimensione testo Stampa questo articolo
Luigi Del Neri

Luigi Del Neri (foto Mariani)

BERGAMO – Il suo “concetto” eravamo abituati ad ascoltarlo dal bancone di Zingonia. Baffo ordinato, occhiali alla moda e piglio deciso.

Luigi Del Neri e Bergamo, una storia durata due anni che nessuno può dimenticare, tantomeno il neo allenatore sampdoriano.

Il difficile momento dell’Atalanta di Gregucci forse è amplificato da quel feeling speciale che i tifosi nerazzurri avevano creato con il trainer friulano che oggi non c’è più.

La nostalgia, il classico groppo in gola verrà a tutti. Chi è rimasto e chi è andato. Contattato telefonicamente Del Neri non nasconde le emozioni, parla dell’avventura a Bergamo come una delle più importanti della sua vita.

“A Genova – confida Del Neri – mi manca la conoscenza, i rapporti personali, il feeling con la gente.  Spero con il tempo di trovare tutto questo ma è innegabile che il mio animo friulano con quello dei bergamaschi si era subito trovato. Aggressività, grande lavoro e tanta voglia di arrivare al risultato ci hanno permesso di centrare vittorie splendide, vivere momenti che non posso dimenticare.  Per questo, per la gente e per i giocatori che ritroverò sarà una domenica emozionante”.

In testa alla classifica, con una coppia gol da urlo formata da Cassano e Pazzini ed in trasferta contro un’Atalanta in fondo alla classifica ed ancora a secco di gol.

“Io ho visto le prime due sfide e penso che la squadra di Gregucci non meriti la posizione che ha. Non mi piace parlare degli altri, a Bergamo lo sapete bene, però dico che è rimasto un gruppo importante e che i nuovi arrivi sono di qualità. Come sempre ad inizio stagione si cerca l’amalgama del gruppo e si devono oliare i meccanismi. Servono tempo e fiducia, l’entusiasmo dei tifosi sarà importante per trascinare tutti nei momenti difficili ed esaltare quelli positivi”.

Del Neri, Floccari e Cigarini. Tre partenze importanti che adesso, con i risultati che mancano, sembrano pesare molto. “Penso che soprattutto Cigarini – chiude Del Neri – nel calcio di oggi  sia importante per qualità e geometrie. Ci vuole un pò di pazienza, noi domenica verremo per fare come sempre risultato. Sarà bello incontrare di nuovo vecchi amici, saluterò tutti con grande affetto perchè Bergamo mi resterà sempre nel cuore al di là dell’aspetto sportivo”.

L’emozione sarà condivisa da tutti, chi vuol bene ai colori nerazzurri non può dimenticare ciò che è stato. Però si giocherà per i tre punti e quelli, caro Del Neri, all’Atalanta servono da matti.

Fabio Gennari

Basket, Coppa Italia: la Comark sfida la Paffoni

La Comark Treviglio TREVIGLIO -- Ora è ufficiale. La prossima avversaria di Coppa Italia della Comark Treviglio sarà ...

Atalanta, Gregucci suona la carica: domenica dobbiamo far punti

Il tecnico nerazzurro Angelo Gregucci (foto Mariani) ZINGONIA – Rispetto per l’avversario, fiducia nei propri mezzi e massima attenzione. La ricetta di Angelo ...